immagine rappresentativa del bruciore di stomaco

Il Reflusso acido: rimedi e stili di vita per ridurne l’insorgenza

Il Reflusso acido

Rimedi e Stili di Vita che ne riducono l’insorgenza

Il reflusso acido (più correttamente il reflusso gastroesofageo) può causare una sensazione dolorosa di bruciore alla gola o al torace che comunemente le persone chiamano bruciore di stomaco. Semplici rimedi casalinghi e consigli sullo stile di vita possono aiutare a ridurre o prevenire il reflusso acido e il bruciore di stomaco.

Il reflusso acido si verifica quando la valvola tra il tubo digerente e lo stomaco, noto come lo sfintere esofageo inferiore (SEI), non si riesce a chiudere correttamente dopo aver mangiato, il che consente all’acido dello stomaco di fuoriuscire nel tubo del cibo.

Il reflusso acido è molto comune e si può accompagnare ad altri sintomi che possono includere vomito, alito cattivo, erosione dei denti e un sapore amaro o aspro nella parte posteriore della bocca.

I sintomi  e la presenza di questo problema non vanno assolutamente trascurati. È possibile infatti che il reflusso acido frequente o prolungato possa svilupparsi in una forma più grave di reflusso conosciuta come malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE).


Rimedi casalinghi e consigli sullo stile di vita
che possono aiutare a ridurre o prevenire il reflusso acido

Perdere peso

Diversi studi scientifici hanno trovato un’associazione tra l’obesità e la MRGE. Anche se la ragione dell’associazione non è chiara, i ricercatori ritengono che l’aumento della pressione addominale che si verifica a causa di un aumento di peso può causare il rilassamento dello sfintere esofageo inferiore, con conseguente perdita di acido gastrico nel tubo digerente.

Uno studio del 2013 ha studiato l’effetto della perdita di peso sulla MRGE tra gli adulti in sovrappeso e obesi. Dei 332 partecipanti che hanno preso parte allo studio il 37% ha riferito di aver avuto sintomi di MRGE.

Dopo aver completato un programma di perdita di peso strutturato di 6 mesi, il 65% di questi partecipanti ha riferito che i loro sintomi erano completamente svaniti; un altro 15% ha notato invece un parziale miglioramento della sintomatologia.

 

Tenere un diario alimentare

Molte persone riferiscono che certi alimenti specifici possono innescare in loro il reflusso acido e il conseguente bruciore di stomaco. Questi elementi scatenanti differiscono da persona a persona, ma alcuni esempi comuni includono:

  • caffeina
  • caffè
  • cioccolato
  • alcool
  • soda e altre bevande gassate
  • cibi grassi, piccanti, fritti e salati
  • agrumi e succhi
  • aglio e cipolle
  • pomodori

Uno studio del 2014 ha rilevato come le persone soggette alla Malattia da Reflusso gastroesofageo tendessero a manifestare sintomi più gravi dopo aver mangiato cibi grassi, fritti, acidi o piccanti.

I cibi acidi, va da sè, contengono alti livelli di acido, mentre gli alimenti piccanti contengono una sostanza chimica chiamata capsaicina. Entrambi possono irritare il tubo digerente.

Gli alimenti grassi contribuiscono ai sintomi di MRGE interferendo con lo sfintere esofageo inferiore e rallentando la digestione nello stomaco.

Le persone con reflusso acido possono trarre beneficio dal tenere un diario alimentare, in grado di aiutarli a identificare i singoli alimenti che scatenano i sintomi.

Conformarsi a pasti regolari e porzioni ridotte

Uno studio del 2014 ha confrontato le abitudini alimentari delle persone in cui è presente o meno la Malattia da reflusso gastroesofageo.

Mentre tutti i partecipanti di solito mangiavano tre pasti al giorno, quelli affetti da MRGE hanno saltato almeno un pasto molto più spesso di quelli che non ne erano affetti.

I partecipanti affetti da MRGE hanno anche dimostrato di incorrere in una probabilità maggiore di concentrare nel pasto serale la maggior parte dell’apporto di cibo piuttosto che dividere il loro apporto calorico in modo più uniforme tra il pranzo e la cena. I pasti abbondanti aumentano la quantità di cibo che lo stomaco ha bisogno di digerire, il che può peggiorare il reflusso acido.

I ricercatori raccomandano di consumare almeno tre pasti al giorno per prevenire e curare la MRGE. Suddividere in quattro o cinque pasti più piccoli potrebbe essere ancora più vantaggioso.

Alzare la testiera del letto

Alcune persone sperimentano un peggioramento del reflusso acido durante la notte. Questo tipo di reflusso acido è noto come reflusso gastroesofageo notturno o reflusso notturno e può avere un impatto negativo sul sonno di una persona.

Sdraiarsi dopo un pasto abbondante può contribuire al reflusso acido perché è più facile che il contenuto dello stomaco rifluisca nel tubo digerente quando una persona non è in posizione eretta.

Un piccolo studio del 2014 si proponeva di valutare se sollevare la testa più in alto di 20cm, mentre si è sdraiati a letto, migliorasse i sintomi in alcune persone che avevano ricorrente reflusso notturno.

Dopo 6 giorni di sonno effettuato in una posizione più sollevata i partecipanti hanno sperimentato una significativa riduzione del reflusso notturno e il 65% ha anche riportato una diminuzione dei disturbi del sonno.

L’International Foundation for Functional Gastrointestinal Disorders (IFFGD) raccomanda alle persone che subiscono regolarmente il reflusso notturno di provare a inserire una zeppa triangolare sotto la testiera del letto. Questa elevazione dovrebbe mantenere il tubo digerente sollevato sopra lo stomaco durante il sonno.

Evitare  il cibo prima dell’orario del sonno

Mangiare a tarda notte può aumentare la probabilità di riflusso notturno.

Uno studio del 2013 ha studiato la relazione tra diversi modelli alimentari e la Malattia da Riflusso Gastroesofageo. I ricercatori hanno scoperto che mangiare pasti più vicini al momento di andare a dormire era associato a un aumento dei sintomi della MRGE.

La produzione di acido gastrico è più alta durante le prime 3 ore dopo aver mangiato. Un altro studio del 2013, compiuto su persone che avevano ricevuto un trattamento per il reflusso acido, ha rilevato che i partecipanti avevano maggiori probabilità di manifestare una ricomparsa dei sintomi se mangiavano meno di 3 ore prima di andare a dormire.

Limitare l’assunzione di alcol

Sempre secondo l’IFFGD, l’alcol è fattore che provoca il bruciore di stomaco, soprattutto perché:

  • è irritante del tubo digerente
  • interferisce con la corretta funzione dello sfintere esofageo inferiore
  • aumentaa la produzione di acido dello stomaco

Tuttavia uno studio scientifico effettuato su larga scala ha messo in evidenza come molti altri fattori legati allo stile di vita, tra cui la cattiva qualità del sonno e abitudini alimentari irregolari, fossero fattori di rischio più forti per la MRGE rispetto all’alcol. Una revisione di questi dati ha permesso di concludere che non vi sono prove scientifiche sufficienti per dimostrare che la riduzione dell’assunzione di alcol migliori i sintomi di MRGE.

È nostro consiglio, per le persone che trovano che l’alcol inneschi o peggiori il loro reflusso acido, ridurne l’assunzione.

Smettere di fumare

Secondo una ricerca del 2016 il fumo da tabacco può contribuire al reflusso acido:

  • interferendo con la corretta funzione dello sfintere esofageo inferiore
  • rendendo la saliva meno efficace nel neutralizzare l’acido dello stomaco

La ricerca ha rilevato che rinunciare al fumo ha portato ad una diminuzione della MRGE grave, ma solo per individui con un peso corporeo equilibrato per le loro proporzioni. I partecipanti in sovrappeso o obesi non hanno mostrato la stessa riduzione dei sintomi nonostante l’abbandono del fumo.


Quando rivolgersi al medico

Il nostro consiglio è quello di parlare con il proprio medico di famiglia o con un professionista se i sintomi di reflusso persistono o peggiorano nel corso di poche settimane e soprattutto se si manifestano alcuni dei seguenti sintomi:

  • dolore al petto durante l’esecuzione di un’attività
  • perdita di peso inspiegabile
  • soffocamento durante l’alimentazione o difficoltà a deglutire cibi e liquidi
  • reazione di vomito con presenza di sangue o di una sostanza che assomiglia ai fondi di caffè

Uno qualsiasi dei sintomi di cui sopra potrebbe indicare un problema di salute potenzialmente letale che richiede cure mediche urgenti.

Conclusioni

Il reflusso acido è comune e si verifica quando il contenuto dello stomaco risale il tubo digerente. Il reflusso acido frequente o prolungato può portare a una condizione più grave nota come Malattia da Reflusso Gastroesofageo.

Alcuni rimedi casalinghi e consigli sullo stile di vita possono aiutare a ridurre o prevenire il reflusso acido. Questi includono perdere peso, tenere un diario alimentare, mangiare pasti regolari e alzare la testa del letto.

Chiunque soffra di reflusso acido per più di qualche settimana dovrebbe consultare un medico.


 

uno scorcio degli interni della nuova sede di Villa Donatello a Firenze Castello

Gli appuntamenti di Dicembre con la prevenzione oncologica gratuita di Fondazione ANT e Villa Donatello

Fondazione ANT e Villa Donatello

Gli appuntamenti di Dicembre con la prevenzione oncologica gratuita

Sono passati pochi giorni dalla prima esperienza de Le Giornate della Salute: il primo Open Day dedicato alla prevenzione tutto targato Villa Donatello. Questo non significa però che sia cessata la duratura collaborazione con Fondazione ANT Italia ONLUS, con la quale proseguono gli eventi mensili dedicati alle cittadine e ai cittadini della Toscana.

Anche questo mese vi chiediamo di fare particolare attenzione alle indicazioni sottostanti poiché la maggior parte degli appuntamenti si terranno presso la nostra nuova sede in Via Ragionieri 101 a Sesto Fiorentino [ecco come arrivare], mentre altri saranno invece messe a disposizione presso lo storico presidio di Viale Matteotti a Firenze.

Vi consigliamo di iscrivervi alla nostra Mailing List, troverete il modulo di prenotazione nella Front Page del Sito o di seguirci sui nostri spazi Social per ricevere informazioni sui prossimi eventi dedicati.

Ecco il calendario delle visite che saranno erogate nell’ultimo mese di questo 2018.


PROGETTO GINECOLOGIA

Ad aprire gli appuntamenti di Dicembre sarà quello dedicato ai controlli gratuiti per la prevenzione dei tumori ginecologici.

Si tratta di 14 controlli che verranno effettuati Martedì 11 dalle 14.30 alle 18.00 e Sabato 15 Dicembre dalle 9.00 alle 12.30 presso la nostra nuova sede di Viale Ragionieri 101 a Sesto Fiorentino.

Le prenotazioni saranno aperte a partire da Venerdì 23 Novembre e fino a Giovedì 29 Novembre. Per fissare un appuntamento, che ricordiamo sarà disponibile fino a esaurimento delle prestazioni previste, dovrete chiamare il numero 348 3102881 della Delegazione ANT di Firenze, Prato e Pistoia dalle ore 9.30 alle ore 13.00 Sabato e Domenica esclusi.


PROGETTO MELANOMA

Locandina del Progetto Melanoma di Dicembre 2018

Il Progetto Melanoma nel mese di Dicembre prevede 45 visite dermatologiche gratuite dedicate alla prevenzione dei tumori della cute. La data nella quale queste prestazioni saranno erogate è quella di Martedì 4 dalle ore 8.15 alle ore 12.00 e Venerdì 14 Dicembre, dalle 8.30 alle 13.15 e dalle ore 14.00 alle 16.45 presso il nostro presidio storico in Viale Matteotti 2 a Firenze.

Le prenotazioni invece si potranno ottenere da Martedì 27 a  Novembre a Lunedì 3 Dicembre, telefonando al numero 348 3102881 dalle ore 9.30 alle ore 13.00, fine settimana escluso.


PROGETTO TIROIDE

Locandina del Progetto Tiroide di Dicembre 2018

Anche per Dicembre saranno due gli appuntamenti del Progetto Tiroide dedicato a 14 ecografie per la diagnosi precoce dei noduli tiroidei: Venerdì 14 e 21 Dicembre dalle ore 8.30 alle ore 11.30. Tutte le prestazioni saranno effettuate nell’attuale sede di Firenze Castello in Via Ragionieri 101.

Le prenotazioni, saranno aperte dal 7 al 13 Dicembre, sempre dalle ore 9.30 alle ore 13.00 Sabato e Domenica esclusi, telefonando alla Delegazione ANT di Firenze al numero 348 3102881


INFORMAZIONI IMPORTANTI

  • Una volta ottenuta la prenotazione per via telefonica è comunque necessario recarsi a questa pagina del Sito della Fondazione ANT per validare l’appuntamento compilando con i propri dati l’apposito modulo digitale.
  • Per le erogazioni di prestazioni a minori è indispensabile il consenso di entrambi i genitori.
  • Per scoprire come raggiungere la nostra nuova sede con tutti i mezzi possibili vi consigliamo di fare riferimento a questa pagina del nostro Sito Web, ricordando che da poche settimane è attivo un servizio navetta gratuito che permette di raggiungere la nostra nova sede dalla stazione di Firenze Castello, potete trovare ulteriori dettagli in questo post dedicato sulla nostra Pagina Facebook.

 

locandina di ringraziamento per Le Giornate della Salute

Le Giornate della Salute: Grazie

Le Giornate della Salute: Grazie

Grande successo per il primo appuntamento con Le Giornate della Salute.

Tutte le 200 visite specialistiche gratuite previste per il prossimo Sabato 17 Novembre sono state prenotate.

Ci dispiace non aver potuto accogliere tutte le richieste, per questo vi invitiamo a mettere un Mi Piace alla nostra Pagina Facebook e a iscrivervi alla nostra Newsletter per conoscere le prossime iniziative dedicate alla prevenzione.

Iscriviti alla Newsletter

Le persone che lo hanno già fatto sanno che non abusiamo di questo servizio. Inviamo al massimo una comunicazione a settimana soltanto se ci sono nuovi contenuti di rilievo sul nostro blog o annunci di eventi proprio come Le Giornate della Salute o comunque riguardanti il nostro progetto Villa Donatello Clinica Aperta.


 

disegni stilizzati di medici e pazienti in un ospedale

Le Giornate della Salute- 17 Novembre 2018

VILLA DONATELLO CLINICA APERTA

Le Giornate della Salute

Open Day – Sabato 17 Novembre dalle 8.30 alle 14.30
Una prima giornata dedicata alla promozione della prevenzione gratuita a Firenze

ATTENZIONE: Grazie per la risposta che avete dato a questo primo appuntamento con
“Le Giornate della Salute”.
Al momento tutti gli appuntamenti per le prestazioni di prevenzione gratuita sono già stati assegnati tranne pochi posti ancora disponibili per le visite di uro-andrologia

Come avevamo anticipato durante la giornata di inaugurazione ufficiale della nostra nuova sede di Via Ragionieri a Sesto Fiorentino, Villa Donatello rilancia il suo impegno verso la promozione della prevenzione, attraverso la programmazione di un Open Day che coinvolge alcune Specialità tra quelle che offriamo quotidianamente ai nostri pazienti.

Il primo appuntamento si terrà Sabato 17 Novembre, dalle ore 8.30 alle ore 14.30, metteremo a disposizione della cittadinanza ben 200 prestazioni gratuite di prevenzione: il primo di un ciclo di giornate aperte che rappresenta soltanto uno degli obiettivi che vogliamo raggiungere grazie alla maggiore disponibilità di spazi che la nuova struttura di Firenze Castello ci mette a disposizione.

I campi di attività di questo Open Day sono legati all’oculistica, alla dermatologia, alla ginecologia, a controlli uroandrologici e al metabolismo legato allo stile di vita.

COME PRENOTARSI

Ogni sezione di questo articolo è corredata da un pulsante che vi permetterà di compilare il modulo di prenotazione. In alternativa troverete il modulo direttamente alla fine dell’articolo. E’ possibile prenotare anche chiamando il numero 055 5097900 dalle 12:30 alle 14:30 (da lunedì a venerdì). Vi ricordiamo che le prenotazioni saranno attive fino ad esaurimento delle disponibilità, che sarà possibile prenotare una sola tipologia di visita a persona e che nel caso di prenotazioni per più persone (ad esempio per il proprio figlio o marito) è necessario compilare un secondo modulo utilizzando l’apposito pulsante che troverete sotto al primo.


ambulatorio di oculistica

OCULISTICA

La giornata si focalizza su tre patologie:

Il glaucoma è una malattia oculare correlata generalmente a una pressione dell’occhio troppo elevata. Secondo l’OMS ne sono affette almeno 55 milioni di persone nel mondo. Il glaucoma è la seconda causa di cecità a livello planetario dopo la cataratta, ma è la prima causa irreversibile; in Italia si stima che colpisca circa un milione di persone, ma la metà di esse non ne sarebbero a conoscenza perché non effettuano visite oculistiche periodiche. La disabilità visiva provocata dal glaucoma (compresa l’ipovisione) si può prevenire purché la malattia sia diagnosticata e curata tempestivamente. Generalmente colpisce dopo i 40 anni.

L’ambliopia o occhio pigro è una condizione caratterizzata da una riduzione più o meno marcata della capacità visiva di un occhio, raramente di entrambi, senza che ci siano stati danni oculari organici. Si tratta di una patologia che si sviluppa in età pediatrica, e si manifesta in tutte quelle condizioni in cui il bambino “non usa” involontariamente un occhio. Infatti quando al cervello giungono due immagini molto diverse tra loro, il cervello non riesce a sovrapporle e a fonderle in un’unica immagine e sopprime quella qualitativamente peggiore.
L’ambliopia dipende quindi da un’alterata trasmissione dell’informazione visiva tra l’occhio e il cervello per cui quest’ultimo privilegia l’occhio da cui arrivano le immagini migliori a discapito dell’altro.Se riconosciuta e trattata precocemente l’ambliopia è generalmente reversibile.

• L’esame della retina consente la visualizzazione dell’albero vascolare arterioso e venoso retinico, di cui si può valutare il decorso e la dimensione. Permette, soprattutto, di osservare la macula, la zona centrale della retina che consente la visione frontale. Infatti, eventuali degenerazioni e anomalie (distrofie) possono essere diagnosticate e monitorate con tale esame. Si può valutare la conformazione della testa del nervo ottico individuando eventuali patologie (anche generali o sistemiche). Il diabete o l’ipertensione sono patologie che colpiscono i vasi: ciò che accade nell’occhio avviene, ad esempio, anche nel rene e nel cuore. Il vantaggio è che, con il fondo dell’occhio, si riescono a visualizzare le vene e le arterie con sistemi non invasivi. Per quanto riguarda le patologie oculari il semplice esame del fondo dell’occhio ci permette di prevenire alcune patologie oculari, consentendo di seguire terapie che possono scongiurare patologie gravi e irreversibili.

Coloro i quali ne faranno tempestivamente richiesta saranno gratuitamente sottoposti, Sabato 17 novembre 2018, ad una visita di screening oculistico che valuterà una delle tre patologie sopra descritte.

Durante le visite sono previsti anche alcuni esami non invasivi:

  • Per il glaucoma è previsto un esame tonometrico che misura il valore della pressione intraoculare.
  • Per l’ambliopia i piccoli pazienti verranno esaminati con il Test di Lang che fornisce un quadro immediato della capacità visiva binoculare.
  • Per la retina verrà eseguito un esame del fondo oculare con un retinografo computerizzato.

Gli esami, grazie alle tecnologie innovative utilizzate, sono tutti non invasivi e non prevedono l’utilizzo di colliri. È previsto che le visite abbiano una durata di circa 20 minuti.

Esaurito


DERMATOLOGIA

Durante l’Open Day, in ambito dermatologico ci occupiamo della mappatura dei nei. Si tratta di uno di quei controlli medici che andrebbe fatto periodicamente, tenendo comunque presente l’importanza di controllare l’eventuale insorgenza di nuovi nei sul nostro corpo con costanza.

Questo tipo di analisi è sempre più importante se si tiene conto di quanto sia aumentata la percentuale di insorgenza di melanoma nella popolazione: l’Istituto Superiore di Sanità stima che nell’ultimo quinquennio in Italia i decessi attribuiti a melanoma cutaneo sono stati 4.000 nei maschi e oltre 3.000 nelle femmine, corrispondenti a tassi medi di mortalità rispettivamente di 5 e 6 su 100.000 abitanti l’anno.

I controlli messi a disposizione durante l’Open Day dureranno all’incirca 15 minuti.

Esaurito


una dottoressa ha appena effettuato l'esame del pap test ad una paziente

GINECOLOGIA

L’Open Day del prossimo 17 Novembre vedrà impegnati i medici specialisti di questa disciplina nell’erogazione di visite gratuite con ecografia dedicate alla prevenzione delle malattie ginecologiche. Nel corso della seduta, a discrezione del medico, potrebbe anche essere effettuato un esame di citologia ginecologica.

La durata media prevista delle prestazioni offerte è tra 20 e 30 minuti.

Esaurito


un andrologo mostra il simbolo virtuale dei reni

UROLOGIA e ANDROLOGIA

Le visite di prevenzione gratuita dedicate a questa disciplina si concentreranno prevalentemente sui problemi della disfunzione erettile e dei problemi urinari.

  • Disfunzione erettile: I dati relativi alla disfunzione erettile raccolti sulla popolazione maschile tra i 18 ed i 75 anni riportano un’incidenza estremamente variabile tra il 20 e l’80% essendo questa condizione dipendente dall’età, là dove aumenta con l’invecchiamento, ma anche correlata alla condizione fisica e spesso gravata da aspetti psicosomatici.
    La disfunzione erettile è comunemente psicosomatica in giovane età senza tuttavia poter sono escludere problemi di origine ormonale. È tipicamente legata ad aspetti vascolari in età più avanzate.
    Sono noti solo alcuni fattori di rischio per lo sviluppo di questa condizione tra i quali appaiono rilevanti il l’età superiore ai 65 anni, il fumo, l’obesità, l’ipertensione, la presenza di malattia di Peyronie, il diabete, la chirurgia pelvica e altro ancora.
  • Problemi urinari: I dati sull’incidenza dei problemi urinari sulla popolazione maschile tra i 18 ed i 70 anni riportano un’incidenza estremamente variabile tra il 50 e l’80% essendo essi costanti o saltuari durante la vita dell’individuo.Nella grande maggioranza dei casi tali disturbi sono da attribuire a stati flogistici transitori prostatici senza poter escludere tuttavia infezioni di tipo batterico. Con l’avanzare dell’età al possibile stato infiammatorio/infettivo si aggiunge la comparsa dei sintomi ostruttivi tipici dell’ipertrofia prostatica.
    Sono noti solo alcuni fattori di rischio per lo sviluppo di questa condizione, tra i quali appaiono rilevanti il l’età superiore ai 65 anni, il fumo, l’obesità, l’ipertensione, il diabete, rapporti a rischio e altro ancora.

Il tempestivo riconoscimento della sintomatologia in stati precoci è lo strumento più efficace per contrastarne l’evoluzione verso le forme più avanzate che necessitano poi di terapie croniche ed eventuali terapia chirurgica.

I risultati emersi durante la visita saranno valutati da un medico uro-andrologo che esprimerà raccomandazioni e proposte da veicolare al medico di famiglia per eventuali successivi approfondimenti.

La visita durerà circa 15 minuti e consisterà in una visita urologica completa con esplorazione rettale.

 

oppure chiama il numero 055 5097900 dalle 12:30 alle 14:30 (da lunedì a venerdì)


scarpe sportive, pesi e frutta fresca

METABOLISMO e STILE DI VITA

Lo stile di vita è salute, misuriamolo!

Uno stile di vita è il modo in cui una persona vive. Ciò include modelli di relazioni sociali, consumo, intrattenimento e abbigliamento. Uno stile di vita in genere riflette anche le attitudini, i valori o la visione del mondo di un individuo.

Uno stile di vita sano è generalmente caratterizzato come una “vita equilibrata” in cui si fanno “scelte sagge”.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1946 definì la salute come “uno stato completo di benessere mentale, fisico e sociale non solo l’assenza di malattia”.

Si stima, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che lo stile di vita non corretto soprattutto per la sedentarietà e le sbagliate abitudini alimentari siano la causa principale di circa il 27% del diabete e circa il 30% del malattia ischemica e per il 21-25% del rischio del cancro al seno e al colon.

La visita messa a disposizione durante l’Open Day, dalla durata di circa 20 minuti ed erogata dal team di professionisti che normalmente si occupa del nostro servizio Vivermeglio,  sarà dedicata ad una valutazione dello stile di vita con la misurazione di alcuni parametri corporei e delle abitudini alimentari e quindi a fornire indicazioni nutrizionali e comportamentali su come vivere in maniera più sana.

Esaurito


MODULO DI PRENOTAZIONE

Avvertenze

Prima di inviare il modulo dovrete confermare di aver letto le nostre politiche di protezione dei dati.

Vi ricordiamo inoltre che per ogni persona sarà possibile prenotare soltanto una tipologia di prestazione ma che sarà possibile prenotare la stessa o un’altra visita per una seconda persona utilizzando l’apposito pulsante che troverete nella parte finale di questa pagina.

Una volta inviata la richiesta sarete ricontattati il prima possibile per confermare la disponibilità e ricevere le indicazioni per presentarsi all’appuntamento.

I campi con il segno (*) sono obbligatori.

NOME *
COGNOME *
INDIRIZZO MAIL *
NUMERO TELEFONICO *
LUOGO DI NASCITA *
DATA DI NASCITA *
CODICE FISCALE *

VORREI PRENOTARE LA VISITA GRATUITA DI
Uro-Andrologia

HAI ULTERIORI DOMANDE?

*Leggi e accetta l'informativa sulla Privacy linkata più in alto

 


 

il taglio del nastro durante l'inaugurazione della nostra nuova sede

Inaugurazione della nuova sede di Via Ragionieri a Sesto Fiorentino – 27 Ottobre 2018

Inaugurazione della nuova sede di Via Ragionieri a Sesto Fiorentino

Una struttura innovativa, attiva nella prevenzione e aperta al territorio locale.

È stata inaugurata ufficialmente la nuova sede della clinica Villa Donatello, di proprietà del Gruppo Unipol, in via Attilio Ragionieri 101 a Sesto Fiorentino (zona Firenze Castello). Una struttura innovativa, fortemente attiva nella prevenzione, che vuol rappresentare un nuovo modello di clinica aperta, accessibile per il territorio e tutte le sue realtà: cittadini, aziende, enti pubblici e privati, associazioni e società sportive.

All’evento hanno preso parte, tra gli altri, Sua Eminenza Rev.ma Cardinale Giuseppe Betori, il Sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi e il Presidente del Consiglio Regionale, Eugenio Giani.

Il trasferimento da piazzale Donatello a questa nuova struttura è frutto di un’attenta valutazione delle necessità della popolazione – ha dichiarato Lorenzo Bifone, Presidente di Villa Donatello -. La sede storica, tuttora aperta per le prestazioni ambulatoriali di prossimità, stava infatti riscontrando delle difficoltà nella gestione di un crescente numero di pazienti, nell’accoglierli con quel livello di comfort e di qualità del servizio che ha sempre caratterizzato Villa Donatello.

Il Gruppo Unipol dimostra da sempre un grande impegno per lo sviluppo e la valorizzazione economica e sociale dei territori del nostro paese in cui opera, anche attraverso la professionalità e la qualità dei servizi Salute forniti ai cittadini – ha affermato Gian Luca Santi, Direttore Generale Area Immobiliare, Società Diversificate del Gruppo Unipol –. La clinica Villa Donatello ne è un esempio visto che, sotto la gestione del nostro gruppo, ha dimostrato una rinnovata energia per attrarre le migliori professionalità della medicina locale ed ha ulteriormente rafforzato la sua posizione come punto di riferimento della sanità privata a Firenze. Ne è conseguita una crescita della domanda che ci ha portato alla scelta di individuare un nuovo spazio, in grado di rispondere alle richieste del territorio e garantire alla clinica uno sviluppo di lungo termine.


IL VIDEO CON LE IMMAGINI E LE INTERVISTE REALIZZATE DURANTE L’INAUGURAZIONE


La nuova struttura dispone di 8 sale operatorie, 128 posti letto, 32 ambulatori, attrezzature
all’avanguardia quali un angiografo, un robot per la chirurgia urologica, tre laser per la chirurgia oculistica, una risonanza magnetica di ultima generazione, un mammografo digitale ed un ecografo avanzatissimo per la diagnosi prenatale.

La struttura è facilmente raggiungibile in auto, con l’autobus e con il treno metropolitano sia da Firenze che dai comuni della Piana, fino a Prato e Pistoia. Si trova in un contesto gradevole e rilassante, dispone di parcheggi, di un bar, mentre sono previste prossimamente le aperture di un negozio di ottica e di una parafarmacia.

La nuova sede ci consentirà di dare corpo ad un nuovo modello di sanità privata – ha affermato Alberto Rimoldi, Amministratore Delegato di Villa Donatello -. Alla qualità medica ed infermieristica, da sempre vanto di Villa Donatello, la nuova struttura unirà, grazie alla sua logistica pensata ad hoc, l’ulteriore sviluppo di percorsi sanitari che consentiranno di seguire il paziente dalla diagnosi alla cura, alla riabilitazione, al follow-up con team di professionisti fra loro coordinati in una visione unitaria dei bisogni del paziente. Oggi infatti – ha aggiunto Rimoldi – una casa di cura non deve essere più solamente una struttura che fornisce servizi di comfort alberghiero ai medici ed ai loro clienti, ma deve investire in tecnologie e servizi, nei rapporti con il territorio, la società civile, la ricerca.

Quello della clinica aperta è infatti il concetto alla base della nuova struttura, la mission del nuovo corso di Villa Donatello. Per questo, il prossimo 17 novembre, è stato organizzato un open day con oltre 200 visite gratuite per tutti coloro che vorranno prenotarsi e, successivamente, è prevista una giornata dedicata a tutte le società sportive del territorio che operano a livello giovanile. Inoltre, sono in fase di sviluppo alcune iniziative di prevenzione e cura insieme con la Fondazione ANT e la Fondazione Tommasino Bacciotti. Infine, sono in via di definizione degli incontri periodici con la popolazione per offrire informazioni, consulenze e controlli per aiutare i cittadini nella cura della
propria salute.

Fra i nuovi servizi, che rafforzano il concetto di clinica aperta a supporto dei pazienti, compare un servizio di assistenza domiciliare integrata, la possibilità di ricevere direttamente a domicilio qualsiasi referto, nonché il Fast Aid, ovvero un ambulatorio ad accesso rapido per supportare il pronto soccorso nel seguire alcuni codici bianchi.

LE IMMAGINI DELLA STRUTTURA E DELL’INAUGURAZIONE


 

Firenze: ancora insieme a Fondazione ANT in Novembre per la prevenzione oncologica gratuita

Firenze: ancora insieme a Fondazione ANT in Novembre
per la prevenzione oncologica gratuita

Il primo gruppo di prestazioni a disposizione dei cittadini toscani per il prossimo mese

Il mondo della ricerca ogni giorno compie importanti passi avanti nella lotta contro il cancro, come per esempio testimoniato dalle notizie di queste ore di importanti successi dell’immunoterapia, in combinato con la chemioterapia, che riuscirebbe ad ottenere risultati confortanti contro una specifica tipologia di tumore mortale al seno.

Queste sono notizie che, tuttavia, non cancellano la sfida di tutti i giorni che la medicina deve affrontare per rispondere all’elevato numero di pazienti che sono affetti da questa terribile malattia.

Per questo convintamente insistiamo sulla promozione della prevenzione come strumento primario per battere il cancro. Anche questo mese, come ormai da anni, Villa Donatello e Fondazione ANT Italia ONLUS lo faranno proponendo un importante numero di prestazioni oncologiche gratuite ai cittadini e alle cittadine toscane.

A seguire un primo elenco delle prestazioni, delle date in cui verranno effettuate e delle modalità di prenotazione, molto importanti da seguire se su vuol accedere a questo servizio gratuito.

Anche questo mese vi chiediamo di fare particolare attenzione alle indicazioni sottostanti poiché la maggior parte degli appuntamenti si terranno presso la nostra nuova sede in Via Ragionieri 101 a Sesto Fiorentino [ecco come arrivare], mentre altre saranno invece messe a disposizione presso lo storico presidio di Viale Matteotti a Firenze.

Vi consigliamo di iscrivervi alla nostra Mailing List, troverete il modulo di prenotazione nella Front Page del Sito, o di seguirci sui nostri spazi Social per ricevere informazioni sul Progetto Mammella che è ancora in fase di organizzazione.


PROGETTO GINECOLOGIA

locandina del progetto ginecologia di Novembre 2018

Il primo Progetto per il quale si potranno effettuare le prenotazioni sarà quello dedicato ai controlli gratuiti per la prevenzione dei tumori ginecologici.

I controlli a disposizione saranno 7, verranno effettuati Sabato 3 Novembre dalle 9.00 alle 12.30 presso la nostra nuova sede di Viale Ragionieri 101 a Sesto Fiorentino.

Le prenotazioni saranno aperte a partire da Giovedì 25 Ottobre e fino a Mercoledì 31 Ottobre. Per fissare un appuntamento, che ricordiamo sarà disponibile fino a esaurimento delle prestazioni previste, dovrete chiamare il numero 348 3102881 della Delegazione ANT di Firenze, Prato e Pistoia dalle ore 9.00 alle ore 13.00 Sabato e Domenica esclusi.


PROGETTO MELANOMA

locandina del progetto melanoma novembre 2018

Il Progetto Melanoma nel mese di Novembre mette a disposizione ben 30 visite dermatologiche gratuite con dermoscopia dedicate alla prevenzione dei tumori della cute. La data nella quale queste prestazioni saranno erogate è quella di Venerdì 16 Novembre, dalle 8.30 alle 13.15 e dalle ore 14.00 alle 16.45 presso il nostro presidio storico in Viale Matteotti 2 a Firenze.

Le prenotazioni invece si potranno ottenere da Martedì 6 Novembre a Martedì 13 Novembre, telefonando al numero 348 3102881 dalle ore 9.00 alle ore 13.00 weekend escluso.


PROGETTO TIROIDE

Si articolerà invece in due date il Progetto Tiroide dedicato a 14 ecografie per la diagnosi precoce dei noduli tiroidei: Venerdì 16 e Venerdì 23 Novembre dalle ore 9.00 alle ore 11.30 tutte effettuate nell’attuale sede di Firenze Castello in Via Ragionieri 101.

Le prenotazioni, saranno aperte dall’8 al 14 Novembre, sempre dalle ore 9.00 alle ore 13.00 Sabato e Domenica esclusi, telefonando alla Delegazione ANT di Firenze al numero 348 3102881


INFORMAZIONI IMPORTANTI

  • Una volta ottenuta la prenotazione per via telefonica è comunque necessario recarsi a questa pagina del Sito della Fondazione ANT per validare l’appuntamento compilando con i propri dati l’apposito modulo digitale.
  • Per le erogazioni di prestazioni a minori è indispensabile il consenso di entrambi i genitori.
  • Per scoprire come raggiungere la nostra nuova sede con tutti i mezzi possibili vi consigliamo di fare riferimento a questa pagina del nostro Sito Web, ricordando che da poche settimane è attivo un servizio navetta gratuito che permette di raggiungere la nostra nova sede dalla stazione di Firenze Castello, potete trovare ulteriori dettagli in questo post dedicato sulla nostra Pagina Facebook.

 

1 2 3 22