Dr. Michele Risi

Dr. Michele Risi

Il Dott. Michele Risi si è Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Bologna nel 1986 e specializzato in Ortopedia e Traumatologia all’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna nel 1991. Da molti anni si occupa prevalentemente di chirurgia del piede e della caviglia.

Dall’1-6-2016 è Partner dell’Associazione professionale PBS (Percutaneous Bianchi System) formata da un gruppo di chirurghi ortopedici che hanno introdotto e diffuso in Italia e all’estero tecniche innovative nell’ambito della chirurgia percutanea mini invasiva del piede.

Dopo aver lavorato per 23 anni come Dirigente Medico (Responsabile  presso l’Ospedale Maggiore di Bologna e l’Ospedale di San Giovanni in Persiceto (BO), dal giugno 2016 ha scelto la  libero professione e attualmente svolge la sua attività di chirurgo ortopedico del piede presso  le Clinica Privata Villalba di Bologna e Villa Donatello di Firenze e le Cliniche Private accreditate con il SSN Villa Salus e Villa Verde di Reggio Emilia. Esegue inoltre visite specialistiche presso diversi Studi professionali in varie città dell’Emilia Romagna e non solo.

La sua attività è rivolta in modo particolare al trattamento delle più comuni malattie del piede con le tecniche innovative percutanee e mini invasive.

E’ peranto in grado di effettuare la correzione delle deformità delle ossa dell’avampiede attraverso l’utilizzo di piccole frese chirurgiche di derivazione odontoiatrica, che vengono introdotte mediante piccole incisioni della cute di 2-3 millimetri. Queste frese sono guidate dalla mano del chirurgo che si avvale dell’uso di un particolare apparecchio radiologico. Questo tipo di chirurgia, a differenza di quella tradizionale, non prevede l’impiego di mezzi di sintesi (viti o fili metallici). Al termine dell’intervento chirurgico viene applicato un bendaggio particolare al piede, che viene successivamente rimosso e rinnovato dallo stesso chirurgo al tempo da lui stabilito.

Il trattamento chirurgico è generalmente eseguito in Day Hospital. A distanza di poche ore dall’intervento è concesso l’appoggio del piede a terra con una speciale scarpa ortopedica, allo scopo di ricercare rapidamente il corretto riassestamento del piede.