Cosa sono i Disordini Cranio Cervico Mandibolari (DCCM)

I Disordini Cranio Cervico Mandibolari rappresentano un quadro patologico complesso, la cui incidenza nella popolazione è oggi sempre maggiore.

Si tratta di un processo infiammatorio e/o degenerativo che interessa l’apparato stomatognatico (la bocca) ed in particolare i muscoli masticatori e l’articolazione temporo mandibolare (ATM) e che coinvolge in un quadro disfunzionale un ampio gruppo di strutture ad esso correlate: il cranio, il tratto cervicale della colonna vertebrale, l’apparato uditivo e dell’equilibrio, il sistema posturale, il sistema neuro mio fasciale.

Un’alterata posizione della mandibola rispetto al cranio, si accompagna al malfunzionamento della muscolatura masticatoria e dell’articolazione temporo mandibolare e spesso ad un’alterazione della postura del cranio, del tratto cervicale della colonna vertebrale e al malfunzionamento dei muscoli del collo e del tronco. Ciò provoca un quadro patologico complesso con sintomi muscolari, articolari, neurologici ed un coinvolgimento del sistema neurovegetativo.

A causa della stretta correlazione tra apparato masticatorio ed orecchio, la disfunzione della posizione mandibolare molto spesso coinvolge anche quest’organo, provocandone  la sofferenza e l’insorgenza di patologie di vario livello.

Le cause

Le cause dei DCCM sono multiple: il più delle volte è presente una predisposizione individuale dovuta a caratteristiche anatomiche e funzionali sulla quale  intervengono improvvisi fattori scatenanti come i traumi (ad esempio il colpo di frusta), le parafunzioni, (come serrare o digrignare i denti), lo stress  che determinano la comparsa dei sintomi.

I sintomi

La patologia si manifesta con sintomi vari talvolta apparentemente non correlabili tra loro e questo genera spesso confusione sia nel paziente che nel medico non specialista.

Tra i disturbi più frequenti: mal di testa, dolore a carico della muscolatura masticatoria, della mandibola, del collo (cervicalgie) e del busto, mal d’orecchio, alterazione dei movimenti mandibolari, rumori a carico dell’articolazione temporomandibolare (ATM), disturbi nella masticazione e nella deglutizione, bruxismo, pseudo-vertigini o instabilità posturale, rumori nelle orecchie (acufeni), diminuzione dell’udito (ipoacusie).

Come curarsi

La diagnosi precoce ed il corretto e rapido intervento terapeutico riducono il rischio di cronicizzazione dei sintomi.

La presenza di più disfunzioni che interessano contemporaneamente differenti distretti corporei rende necessario un intervento diagnostico e terapeutico multidisciplinare nel quale più specialisti, coordinati in equipe, affrontano parallelamente tutte le problematiche cliniche conseguenti al DCCM allo scopo di ristabilire la salute dell’intero distretto cranio cervico mandibolare, riducendo i tempi di guarigione.

L’Equipe multidisciplinare

L’Equipe di Ricerca e Studio per la Diagnosi e Terapia  dei DCCM  nasce per volontà della Dott.ssa Paola Miglietta, gnatologa e del Prof. Paolo Borrata, otorinolaringoiatra, sulla base di un’esperienza professionale pluriennale maturata nell’ambito di questa patologia, con l’obiettivo di fornire al paziente un centro clinico di riferimento all’interno del quale trovare tutte le figure specialistiche necessarie ad un approccio completo alla patologia.

Sul modello delle più moderne e illustri esperienze internazionali le figure dello Gnatologo, dell’Otorinolaringoiatra, dell’Osteopata e del Fisioterapista, si  affiancano, si coordinano e interagiscono tra loro nella valutazione diagnostica e nel percorso terapeutico del paziente, facendo di Villa Donatello un centro di riferimento clinico e scientifico per la diagnosi e la cura dei DCCM.

Esami strumentali

Una sofisticata strumentazione consente di completare la diagnosi clinica del paziente con un’approfondita valutazione strumentale del sistema cranio cervico mandibolare.

L’esame elettromiografico di superficie della muscolatura masticatoria e l’esame kinesiografico dei movimenti mandibolari  integrano il percorso diagnostico fornendo un’analisi funzionale altamente approfondita dell’apparato masticatorio  e consentono il monitoraggio, la verifica strumentale e la documentazione delle trasformazioni messe in atto dall’iter terapeutico.

Un’indagine strumentale della funzione uditiva mediante gli esami audiometrico ed impedenzometrico e dell’equilibrio mediante l’esame vestibolare consente di monitorare le trasformazioni di queste funzioni nelle varie fasi di terapia.

Discipline coinvolte e trattamenti possibili

  • Gnatologia
    • Esame elettromiografico della muscolatura masticatoria
    • Esame kinesiografico dei tragitti mandibolari
    • T.E.N.S.
    • Diagnosi e terapia delle disfunzioni temporo mandibolari
    • Riabilitazione  neuro mio fasciale del rapporto mandibolo-cranico. Bite (ortotico)
  • Otorinolaringoiatria
    • Diagnosi eTerapia delle affezioni otorinolaringoiatriche  secondarie a DCCM
    • Esame audiometrico
    • Esame impedenzometrico
    • Esame vestibolare (oto-neurologico) mediante video-oculoscopia ad infrarossi
  • Osteopatia
    • Diagnosi e terapia della disfunzione osteopatica che coinvolge in maniera diretta o indiretta il distretto cranio cervico mandibolare
    • Terapia cranio sacrale
  • Fisioterapia
    • Fisioterapia delle componenti muscolo scheletriche coinvolte nel DCCM: drenaggio linfatico, stretching e allungamento muscolare, recupero funzionale.
    • Diagnosi e Rieducazione dei vizi posturali collegati al DCCM

I professionisti

Prof. Paolo Borrata
Medico Chirurgo, specialista in Otorinolaringoiatria, specialista in Audiologia
Ruolo: fondatore e coordinatore dell’Unità dei DCCM di Villa Donatello
Attività: diagnosi clinica dei DCCM, valutazione strumentale dei distretti otorinolaringoiatrici coinvolti nel DCCM

Dr.ssa Paola Miglietta
Odontoiatra, Gnatologa, si occupa di riabilitazione odontoiatrica neuro mio fasciale
Ruolo: fondatore, direttore coordinatore dell’Unità dei DCCM, membro attivo dell’equipe
Attività: diagnosi clinica dei DCCM, diagnosi strumentale del Sistema Cranio Cervico Mandibolare, terapia della componente gnatologica del DCCM

Dr.ssa Marina Riddi
Dottore in Scienze Motorie, Osteopata iscritta al ROI, Massofisioterapista
Ruolo: membro attivo dell’equipe
Attività: diagnosi clinica della disfunzione osteopatica nei DCCM

Dr.ssa Simona Massetti
Fisioterapista
Ruolo: membro attivo dell’equipe
Attività: diagnosi e trattamento fisiokinesioterapico dei distretti disfunzionali coinvolti nel DCCM, diagnosi e rieducazione delle disfunzioni posturali nel DCCM

Video

I Disordini Cranio Cervico Mandibolari: una panoramica - Dr.ssa Paola Miglietta - a cura di RTV38

Audio

Che cos’è il Bruxismo – Intervista di RDF 102.7 alla Dr.ssa Paola Miglietta