gif animata della bambina di Monster & Co.

Tablet, cellulari e lettori e-book

Gli schermi luminosi disturbano il sonno degli adolescenti e dei pre-adolescenti

Forza ragazzi, a letto dopo Carosello!

Una volta funzionava così.

Adesso le abitudini delle famiglie sono cambiate.

I giorni della scuola però si stanno avvicinando e i nostri ragazzi devono ritrovare i ritmi ottimali per poter affrontare le lunghe giornate in classe.

Gli ultimi giorni di Agosto e i primi di Settembre sono perfetti per salutare le abitudini estive ed abituarsi ad un più sano ciclo giorno-notte.

A rendere ancora più complicato il lavoro dei genitori ci si mette la tecnologia: tablet, cellulari, e-book readers sono il rifugio serale dei nostri ragazzi, un richiamo potente e difficilmente contrastabile.

Una nuova ricerca ha osservato gli effetti delle luci degli schermi durante le ore serali sulla qualità del sonno di pre-adolescenti e adolescenti.

In particolare i ricercatori hanno osservato come ragazzi in età puberale siano particolarmente vulnerabili alla soppressione di un ormone che controlla il nostro naturale orologio biologico notturno.

Portarsi a letto uno di questi gadgets rischia davvero di danneggiare il sonno con gravi ripercussioni. Ad essere sensibile più di tutte è la fascia di età che va dai 9 ai 15 anni, spiega la ricerca pubblicata recentemente sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism.

Più brillante la luce osservata durante gli esperimenti, più elevato il blocco di produzione della melatonina: sostanza che agisce sull’ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia.

Piccole quantità di luce durante la notte, come la luce dagli schermi, possono essere sufficienti per influenzare il sonno” dichiara Mary Carskadon, professoressa di Psichiatria e Comportamento Umano alla Alpert Medical School presso la  Brown University, aggiungendo anche che “Studenti che utilizzano il tablet, il computer o anche la cara vecchia torcia sotto alle coperte, spingono i loro ritmi circadiani verso orari più tardi. Questo rende loro più complicato prendere sonno e svegliarsi riposati la mattina per affrontare la giornata scolastica.

La ricercatrice ed i suoi colleghi concludono consigliando che sia i bambini che i loro genitori dovrebbero limitare l’uso di schermi al momento di coricarsi.

Non sarà facile visto che stiamo parlando di una vera e propria abitudine, come conferma un altro studio: il 96% dei ragazzi, infatti, usa almeno una forma di tecnologia nell’ora che precede quella dedicata al sonno, molti di loro addirittura mentre già a letto.

Voi che approccio avete sull’uso dei devices elettronici da parte dei vostri figli subito prima che vadano a dormire?

Source: Brown University


Fateci sapere se questo articolo è stato di vostro interesse. Se avete qualche domanda da fare in merito utilizzate pure i commenti, gireremo le vostre richieste ai nostri professionisti.

Se è il sonno l’argomento che vi interessa allora potreste approfondire anche il problema dei Disturbi respiratori nel sonno anche approfittando dei video girati dal Dr. Antonio Sanna sull’argomento.

One thought on “Come gli schermi luminosi disturbano il sonno dei giovani

Lascia un commento

Your email address will not be published.