fisioterapia e riabilitazione casa di cura villa donatello firenze

Fisioterapia e Riabilitazione

Il Centro di Fisioterapia e Riabilitazione di Villa Donatello completa ed integra l’offerta di servizi della Casa di Cura, garantendo ai pazienti ortopedici, traumatologici, reumatologici e post chirurgici percorsi di riabilitazione personalizzati e di altissima qualità.

Ai 120 mq della palestra del Presidio di Viale Matteotti, si sono recentemente aggiunti 300 mq dei nuovi spazi nella sede di Firenze Castello.

Entrambe le sedi sono dotate delle tecnologie per effettuare ogni tipo di terapia, sia manuale che strumentale.

Il servizio di fisioterapia di Villa Donatello è convenzionato con tutte le principali assicurazioni e fondi sanitari.


Scopri i protocolli di sicurezza che adottiamo in Fisioterapia


Quando ricorrere alla Fisioterapia

I campi in cui la fisioterapia può essere di aiuto sono moltissimi, così come le possibilità di intervento sono di varia natura. In generale, lo scopo della fisioterapia è quello di prevenire o curare problemi posturali o motori legati principalmente all’apparato muscolo-scheletrico.

Una prima distinzione quindi può essere fatta fra le attività di prevenzione e quelle di cura. Sebbene siano poche le persone che effettuano attività di fisioterapia in ottica di prevenzione, è importante sapere che esiste anche la possibilità di giocare di anticipo sui dolori e sulle patologie, svolgendo regolarmente esercizi ed attività finalizzate ad evitare o ritardare l’insorgenza di determinati disturbi.

Quando invece ci si trova di fronte all’insorgere di un dolore dovuto ad una patologia o ad un trauma, la fisioterapia diventa fondamentale in ottica di riduzione e contenimento del dolore e di ritorno alla normalità attraverso interventi di tipo curativo e riabilitativo.

In particolare, la fisioterapia può essere un valido aiuto in casi di:

  • Artrosi e artrite
  • Cervicopatia e dolori cervicali
  • Contusioni, distorsioni e lussazioni
  • Difetti posturali
  • Ernia del disco
  • Fratture ossee
  • Infiammazioni articolari
  • Lesioni tendinee e legamentose
  • Lombalgia e dorsalgia (mal di schiena)
  • Neuropatie e patologie neurodegenerative
  • Osteoporosi e patologie metaboliche ossee
  • Patologie della colonna vertebrale
  • Patologie reumatiche
  • Riabilitazione post intervento chirurgico
  • Sciatalgia e lombosciatalgia
  • Sindrome del tunnel carpale
  • Tendinopatia (tendiniti ed epicondiliti)
  • Traumi muscolari ed ossei

Per la cura di queste patologie, la fisioterapia mette a disposizione numerose opzioni: dalle attività in sala riabilitativa attraverso l’esercizio fisico fino alle diverse terapie (manuali o strumentali), il fisioterapista individua quelle più adatte in base ad ogni specifico caso.

La valutazione fisioterapica è quindi il primo passo per definire un percorso di riabilitazione: il fisioterapista analizza lo specifico caso e individua insieme al paziente (e al professionista di riferimento per la patologia in atto) la terapia e il percorso terapeutico più adatto per un corretto recupero.

Terapie manuali e terapie strumentali

Le opzioni di cui dispone il fisioterapista per procedere alla risoluzione del problema possono consistere in terapie manuali, in esercizi e attività da svolgere in sala riabilitativa e nelle cosiddette terapie strumentali, ovvero svolte tramite l’utilizzo di macchinari e strumentazioni apposite.

Le terapie di tipo manuale sono molte e di varia natura e sono accomunate dal fatto che il fisioterapista esegue la terapia senza alcuno strumento se non le sue mani. Lo scopo del trattamento manuale è in genere quello di ridurre il dolore e aumentare la mobilità. La tecnica usata varia naturalmente a seconda della patologia.

Tra le terapie di tipo strumentale rientrano tutte quelle che utilizzano un qualche tipo di energia, erogata tramite l’utilizzo di appositi macchinari, nel processo di cura e riabilitazione del paziente. Tra le più utilizzate ed efficaci ci sono la terapia laser, la magnetoterapia, la tecar terapia, le terapie di elettrostimolazione e l’utilizzo degli ultrasuoni.

Il numero di sedute necessarie per ogni terapia è ovviamente variabile di caso in caso e dipende da fattori quali la specifica situazione del paziente, la capacità del suo organismo di reagire agli stimoli proposti e ai conseguenti progressi ottenuti durante le varie sedute.

Terapie riabilitative e manuali

Bendaggi funzionali: è una tecnica che consente, attraverso l’utilizzo di bende adesive, l’immobilizzazione parziale di una zona colpita da una lesione, garantendo una limitazione del movimento tale da minimizzare il dolore ma sufficiente a permettere il resto dei movimenti articolari. Il vantaggio di questa tecnica è quello di evitare i disagi di una immobilizzazione completa come ad esempio la perdita di massa muscolare o l’insorgenza di problemi circolatori.

Ginnastica posturale e rieducazione funzionale: rientrano in questa categoria tutti gli esercizi e le attività volte a ristabilire una corretta postura attraverso il recupero dell’equilibrio muscolare e delle tensioni muscolo-legamentose. Fra questi, anche metodologie e tecniche per situazioni e distretti specifici quali il Metodo Rességuier, il Metodo McKenzie e la Back School.

Massoterapia: consiste nell’uso di varie tecniche di massaggio effettuato tramite la pressione delle mani e volto al ripristino del tono muscolare. E’ indicata per tutte quelle patologie che riguardano muscoli, terminazioni nervose, vasi sanguigni e linfatici. Questa tipologia di massaggi è consigliata anche a chi pratica sport, sia in modo professionistico che amatoriale, per favorire il rilassamento dei muscoli dopo uno sforzo prolungato.

Tutori in materiale termoplastico: ancora poco utilizzati in Italia, questi tutori (chiamati anche ortesi o splint) consentono una riabilitazione della mano meno invasiva e di più semplice gestione. Realizzati in materiale termoplastico, vengono modellati direttamene sulla mano del paziente, sono leggeri, lavabili e facilmente rimuovibili e consentono, rispetto ai tradizionali strumenti di immobilizzazione, una maggiore libertà di movimento e quindi una migliore qualità della vita durante il periodo di riabilitazione.

locandina del servizio di Medical Fitness

^clicca per approfondire^

Terapie Strumentali

Laserterapia Yag: questa tecnica si basa sull’utilizzo di una particolare tipologia di laser chiamato Neodimio Yag. L’energia generata dal laser Yag, che agisce più in profondità e con maggior rilascio di energia rispetto al laser tradizionale, riscalda il tessuto provocando un maggiore afflusso di sangue ed ossigeno ed un conseguente sollievo muscolare e articolare. L’applicazione è completamente indolore e grazie alla particolare efficacia in termini sia analgesici che antinfiammatori, è indicata per la riabilitazione di numerose patologie. La durata di una seduta di laserterapia dura in media 10 minuti.

Magnetoterapia: è una tecnica indolore che sfrutta gli impulsi elettromagnetici a bassa frequenza ed intensità per stimolare le strutture cellulari e favorire un recupero più rapido, consentendo la riduzione del dolore e dell’infiammazione e la riparazione dei tessuti. Una seduta di magnetoterapia dura generalmente 30-35 minuti.

Tecarterapia: è una delle tecniche più versatili che viene utilizzata tanto nel trattamento di traumi acuti quanto in quello di patologie croniche. A differenza delle altre terapie strumentali, in cui l’energia che viene trasferita al paziente proviene da un macchinario esterno, la tecar invece crea un campo elettromagnetico che ha l’effetto di attivare e stimolare i naturali processi antinfiammatori e riparativi presenti nel corpo umano. La durata di una seduta di tecarterapia è di circa 25 minuti, mentre un ciclo completo completo va dalle 5 alle 10 sedute.

Terapie elettriche Tens ed eletttrostimolazione: le tecniche di elettrostimolazione consistono nell’invio di impulsi elettrici alle fibre muscolari attraverso degli elettrodi posizionati in corrispondenza delle parti del corpo che si intende stimolare. La durata di una seduta di elettrostimolazione varia dai 20 ai 30 minuti a seconda dei casi.

Ultrasuonoterapia: L’ultrasuonoterapia è un trattamento strumentale che utilizza onde sonore ad alta frequenza che attraversando i tessuti entrano in vibrazione con questi, generando effetti antalgici e miorilassanti. E’ una tecnica indolore e senza effetti collaterali, particolarmente indicata per il trattamento di patologie che riguardano muscoli, tendini e articolazioni. Una seduta di ultrasuonoterapia ha una durata di 10-15 minuti.

Macchinari e Tecnologie a supporto della Riabilitazione

Grazie all’ausilio di macchinari e strutture all’avanguardia e di ultima generazione, il Centro di Fisioterapia e Riabilitazione di Villa Donatello è in grado di trattare con efficacia pazienti con patologie osteoarticolari, neurologiche, cardiorespiratorie, geriatriche, pazienti sportivi e post interventi chirurgici:

Medical fitness balance board (Tecnobody): pedana propiocettiva di ultima generazione in grado di valutare la capacità di mantenimento dell’equilibrio della persona e di allenare la propriocezione statica e dinamica. Mediante una serie di test è possibile ricavare una valutazione del rischio cadute negli anziani oltre che effettuare un allenamento specifico che permette la personalizzazione dell’esercizio e la sua progressione nel tempo.

Walker view (Tecnobody): tapis roulant con pedane di forza e telecamera 3D integrate che permette l’analisi del cammino e della corsa, rivolta a pazienti sportivi e non, capace di analizzare la postura del corpo durante il cammino ed individuare eventuali disfunzioni nello schema del passo. Questo strumento tecnologico di ultima generazione permette di individuare problematiche difficilmente visibili dall’occhio di un operatore, aiutando il fisioterapista a effettuare una valutazione completa individuando eventuali deficit che potrebbero influire su problematiche osteoarticolari.

Postural Bench (Teconobody): Panca dotata di due piani inclinati regolabili che permette di analizzare la postura del paziente e riequilibrarla con l’esecuzione di esercizi sulla panca stessa.

Kinesis One (Technogym): spalliera funzionale di ultima generazione dotata di due bracci con cavi che determinano una resistenza armonica e costante che permette di eseguire esercizi segmentari o schemi motori funzionali contro resistenza applicabile a tutti i distretti corporei.

Tapis Roulant (Technogym)

Pressa (Technogym)

Cyclettes (Technogym)

Arm bike (Technogym)


Medici e Professionisti di Villa Donatello

Dott.ssa Monica Landi
Dott. Massimiliano Savona
Dott.ssa Erica Semplici
Dott. Fabrizio Sigismondi