agopuntura e due mani che utilizzano gli aghi

L’agopuntura è una branca della medicina tradizionale cinese praticata da oltre 3000 anni. Ha ottenuto il riconoscimento ufficiale da parte della Organizzazione Mondiale della Sanità e del National Institute of Health americano. Ha così assunto un ruolo di rilievo anche nella pratica medica del mondo occidentale.

Consiste nella infissione cutanea pressoché indolore di aghi sottilissimi, sterili e monouso, al fine di stimolare particolari punti del corpo.

Presenta pochissimi e lievi rischi di effetti collaterali e ha limitate controindicazioni.

Può essere utilizzata da pazienti di ogni età, compresi bambini, anziani e soggetti debilitati.

L’agopuntura deve esser praticata da personale con Laurea in Medicina e Chirurgia, abilitato presso scuole riconosciute dal Ministero della Salute.

Campi di applicazione

Numerosi sono i campi di applicazione dell’agopuntura. Tra questi:

  • dolore di varia natura, cronico o acuto; in particolare: cefalea, emicrania, nevralgie, dolori neuropatici, cervicalgia, lombalgia, sciatalgia, artralgia
  • problematiche di sportivi e atleti (contratture e spasmi muscolari, gomito del tennista, spalla congelata, ecc.)
  • problematiche ginecologiche e ostetriche tra cui: amenorrea, ipermenorrea, menopausa, nausea e vomito in gravidanza, malposizionamento fetale, mastite. Ha impiego anche nel trattamento della sterilità in associazione alle tecniche di PMA (Procreazione Medicalmente Assistita)
  • patologie otorinolaringoiatriche (rinite, sinusite, faringite, acufeni) e del cavo orale (gengiviti)
  • malattie dell’apparato respiratorio (asma bronchiale, tosse)
  • patologie dell’apparato digerente tra cui: gastrite, iperacidità gastrica, singhiozzo, colite, stipsi, diarrea
  • patologie dell’apparato urinario (cistite, enuresi)
  • malattie dermatologiche (dermatiti, eczemi, orticaria)
  • disturbi del sonno, stati di ansia
  • durante cicli di radioterapia e chemioterapia per ridurre gli effetti collaterali

Il percorso di cura

Il percorso prevede una prima visita con il relativo inquadramento anamnestico e con il primo trattamento. Seguirà un ciclo di trattamenti in un numero (normalmente non inferiore a cinque) che dipenderà dalla patologia da trattare e da altre caratteristiche del paziente. Una successiva visita di controllo permetterà di verificare l’andamento dei sintomi e di programmare un eventuale ulteriore ciclo.

Durante le sedute, in certi casi, possono essere applicati al padiglione auricolare degli aghi microscopici (auricoloterapia) che resteranno in sede per 10-15 giorni grazie ad un piccolo cerotto.

In altri casi può essere utilizzato il riscaldamento di alcuni punti del corpo mediante un particolare sigaro (moxibustione).

Medici e Professionisti di Villa Donatello