Elettrocardiogramma (ECG) da sforzo

L’ECG da sforzo (o Test ergometrico da sforzo) è una tipologia di esame in grado di  valutare le modificazioni dell’attività elettrica del cuore  contestualmente  alla risposta della pressione arteriosa  e ad una eventuale sintomatologia quale il dolore toracico riferita dal soggetto che  si sottopone  a sforzo fisico.

Queste modificazioni esprimono l’efficacia della riserva coronarica ovvero della capacità delle coronarie di aumentare il loro flusso di sangue al cuore in risposta ad un’aumentata richiesta (sforzo, scale, salita, corsa, stress, intervento chirurgico) con una sensibilità media del 67% e specificità media del 72% e consistono in modificazioni ECG tipicamente significative per l’ischemia miocardica e/o modificazioni del ritmo (ossia le aritmie).

In cosa consiste il test da sforzo?

L’esame prevede che il paziente venga invitato a pedalare su un cicloergometro –  uno strumento molto simile alla comune cyclette – o a camminare su una pedana mobile (tapis roulant), ai quali viene applicato un incremento graduale dei carichi di lavoro mantenendo una velocità costante.

Vengono quindi posizionati sul torace del paziente degli elettrodi collegati a un monitor: il loro compito è quello di fornire al cardiologo la possibilità di monitorare la frequenza cardiaca e ogni modificazione relativa alla comparsa di ischemia o aritmie. Al paziente viene applicato anche un bracciale di uno sfigmomanometro per misurare gli incrementi della pressione arteriosa al termine di ogni step.

Qual è lo scopo del test da sforzo?

L’ECG da sforzo viene eseguito a scopo diagnostico per ottenere informazioni su un’eventuale cardiopatia ischemica e/o sulla presenza, sul numero e sul significato di particolari aritmie.

Viene utilizzato anche a scopo valutativo-prognostico per valutare l’efficacia di una rivascolarizzazione coronarica sia percutanea (angioplastica + stent) sia chirurgica (bypass aorto-coronarico), come anche l’efficacia e l’adeguatezza della terapia medica assunta.

L’ECG da sforzo trova un importante campo di applicazione anche nella diagnosi di ipertensione arteriosa sia per valutare la risposta ipertensiva allo sforzo sia, anche in questo caso, per valutare l’efficacia della terapia anti-ipertensiva che il paziente sta  assumendo.

Infine ma non meno importante l’ECG da sforzo viene richiesto prima di iniziare un’attività fisica importante, sia agonistica ma anche non agonistica.

Il test da sforzo, in definitiva, misura la risposta dell’apparato cardiocircolatorio all’esercizio fisico: in questo senso si terrà conto dei risultati sulla frequenza cardiaca, sul ritmo,  sulla pressione e le eventuali modificazioni elettrocardiografiche, dialogando con il paziente durante la prova, per tenere conto anche di eventuali sintomatologie segnalate.

L’esame prevede di sospendere eventuali farmaci che il paziente assume da tempo? 

Se l’esame viene eseguito a scopo diagnostico dovranno essere sospesi i farmaci, mentre per i test valutativi i farmaci potranno essere assunti normalmente. Sarà il medico richiedente che definirà, in base al quesito diagnostico, se sospendere la terapia in corso.

Come prepararsi all’esame?

Non è fondamentale presentarsi alla visita a digiuno ma è preferibile limitarsi ad una colazione leggera.

Per affrontare il test è consigliato anche indossare indumenti comodi e scarpe sportive o comunque non rigide, così da poter pedalare o camminare senza impaccio o fastidi.

È molto importante ricordare di presentarsi alla visita portando con sé tutta la documentazione prodotta durante visite ed esami precedenti.

Ai fumatori è richiesto di astenersi almeno due ore prima dall’assunzione di sigarette o similari, ma anche evitare di presentarsi all’appuntamento dopo aver effettuato grossi sforzi o attività fisica.

Molto importante, infine, avvertire il medico che sottoporrà il paziente al controllo qualora siano stati avvertiti particolari disturbi nelle 24-48 ore precedenti all’appuntamento del test.

Informazioni e prenotazioni

Per qualsiasi richiesta di informazioni è possibile contattarci al numero 055 50975 o compilare il form qui sotto.


    Autorizzazione al trattamento dei dati (obbligatoria - spuntare il campo)
    Autorizzo la Casa di Cura Villa Donatello S.p.A. al trattamento dei miei dati personali