una bambina si sottopone ad un esame oftalmologico

Le patologie oculari che interessano l’età pediatrica sono numerose e variano a seconda dell’età del bambino. La maggior parte di tali patologie sono diagnosticabili esclusivamente tramite visita oculistica pediatrica a causa dell’impossibilità del paziente di riferirne i sintomi.

Tutti i neonati sono a rischio di sviluppare patologie anche gravi per la funzionalità visiva, come ad esempio la cataratta, il glaucoma congenito o il retinoblastoma, il più frequente tumore intraoculare dell’età pediatrica.

Lo screening neonatale del riflesso rosso è fondamentale per il precoce riconoscimento di queste patologie e per un tempestivo trattamento di tali forme che può non solo migliorare il potenziale visivo del paziente affetto ma, a volte, permette di salvargli la vita.

Durante l’età prescolare, le più frequenti patologie oculari riscontrabili sono: lo strabismo, l’anisometropia e gli errori refrattivi bilaterali non corretti. Tutte queste forme, se non adeguatamente trattate entro la prima decade di vita, possono portare ad ambliopia ovvero il tanto temuto occhio pigro.

Nello strabismo i due occhi non sono ben allineati tra di loro: la deviazione prende il nome di esotropia se uno dei due occhi è rivolto verso l’interno, in direzione del naso, di exotropia se è rivolto verso l’esterno o, più raramente, di ipotropia o ipertropia se rivolto rispettivamente verso il basso o verso l’alto.

L’anisometropia è la condizione in cui i due occhi hanno difetti di vista diversi tra loro ed è la seconda causa più comune di “occhio pigro”. In tale situazione o un occhio è emmetrope (senza difetti di vista) e l’altro è ametrope (presenta un difetto refrattivo) o entrambi gli occhi sono ametropi ma il grado di ametropia è diverso per ciascun occhio. L’ambliopia anisometropica è una problematica estremamente insidiosa poiché gli occhi appaiono assolutamente normali all’osservazione; solo grazie ad un controllo oculistico è possibile accorgersi di tale situazione ed intervenire fino a quando l’età permette la reversibilità del problema, ovvero entro la prima decade di vita. Più ci accorgiamo in ritardo del difetto più è difficile curarlo tramite gli occhiali e/o il bendaggio. Ecco perché, anche se non ci sono apparenti problemi oculari, è sempre bene sottoporre i bambini a visita specialistica oftalmologica entro i 3-4 anni.

Le visite presso l’ambulatorio di oftalmologia pediatrica si svolgono in un clima cordiale e sereno al fine di mettere a proprio agio il piccolo paziente. L’ambiente risulta essere informale ed il medico che svolgerà la visita non vestirà il camice bianco: questo ha come scopo principale quello di ottenere la maggior collaborazione possibile.

Medici e Professionisti di Villa Donatello

Informazioni

Prenotazioni e informazioni

Centralino: 055 50975

Accettazione visite specialistiche

Apertura al Pubblico
Lunedì – Venerdì: 7:30 – 20:30
Sabato: 7:30 – 14:00

Risposta telefonica
Lunedì – Venerdì: 8:30 – 19:30
Sabato: 8:30 – 12:30

Centro Diagnostico

Apertura al Pubblico
Lunedì – Venerdì: 7:30 – 20:00
Sabato: 8:00 – 13:00

Risposta telefonica
Lunedì – Venerdì: 8:30 – 19:30
Sabato: 8:30 – 12:30

Accettazione ricoveri

Apertura al Pubblico
Lunedì – Venerdì: 7:00 – 19:00
Sabato: 7:00 – 13:00

Risposta telefonica
Lunedì – Venerdì: 8:30 – 19:00
Sabato: 8:30 – 12:30