Immagine di un topolino

Un nuovo promettente studio scientifico sulla cura delle paralisi.

Un nuovo promettente studio scientifico sulla cura delle paralisi

Ripristino della Mobilità in un topo paralizzato con lesione spinale

Un sorprendente sviluppo scientifico ha permesso a un topo, precedentemente paralizzato, di recuperare la sua capacità di camminare dopo aver subito una lesione completa del midollo spinale.

Questo straordinario risultato è stato ottenuto grazie ad un trattamento innovativo, sviluppato da un gruppo di ricercatori affiliati al Politecnico di Losanna a partire dal 2018.

L’approccio terapeutico non solo ha favorito la rigenerazione delle fibre nervose, ma ha anche facilitato il loro collegamento con i nervi esistenti, ripristinando così le cruciali connessioni e, di conseguenza, la mobilità.

Il coordinatore dello studio, Jordan Squair, ha pubblicato i risultati sulla prestigiosa rivista scientifica Science, aprendo la strada alla possibilità di estendere questa terapia anche agli esseri umani. Tuttavia, rimangono ancora diversi ostacoli da superare per rendere questa tecnologia accessibile a un pubblico più ampio. Mark Anderson, uno dei coautori dello studio, affiliato al centro svizzero NeuroRestore e al Wyss Center per la ricerca, commenta:

Cinque anni fa, abbiamo dimostrato che le fibre nervose possono rigenerarsi anche in caso di lesioni anatomicamente complete del midollo spinale. Tuttavia, abbiamo anche constatato che questo non è sufficiente per ripristinare la funzione motoria, poiché le nuove fibre non riescono a stabilire le connessioni corrette dall’altro lato della lesione.

Per superare questa sfida, i ricercatori hanno sviluppato un innovativo protocollo terapeutico che agisce simultaneamente su vari fronti:

  • stimola l’espressione dei geni responsabili della rigenerazione delle fibre nervose
  • modula le proteine che facilitano questa crescita e introduce molecole guida che orientano le fibre nervose in riparazione verso i loro obiettivi naturali oltre la zona lesionata.

Nel concepire questa strategia terapeutica, i ricercatori si ispirati ai processi naturali di riparazione del midollo spinale, cercando di emulare i meccanismi che si verificano spontaneamente dopo lesioni parziali.

I topi trattati con questa innovativa terapia hanno recuperato la capacità di camminare, adottando un’andatura simile a quella dei topi che avevano subito solo lesioni parziali.

Come sempre vi terremo aggiornati tramite il nostro blog, su eventuali novità di questo importante fronte di cura.