un pilota con tuta e casco è aggrappato al cofano di una macchina in corsa

Sicurezza Stradale

La Sindrome da Apnee ostruttive del Sonno e gli incidenti stradali

Il sonno al volante è una delle cause principali degli incidenti stradali. Quasi un sinistro su cinque è dovuto a sonnolenza alla guida.

Tra le cause principali della stanchezza alla guida c’è la Sindrome da Apnee Ostruttive del Sono (OSAS), malattia che è seguita con molta attenzione a livello di Ministero della Salute e che Villa Donatello tratta con particolare cura tramite il reparto interno di Pneumologia, soprattutto grazie alle conoscenze e agli studi del gruppo diretto dal Dr. Antonio Sanna.

La sonnolenza alla guida, secondo studi accreditati, è paragonabile allo stato di ebbrezza, con l’aggravante che il colpo di sonno rende totalmente inabile il guidatore a reagire a qualsiasi tipo di evento. Ecco perché questo tipo di problema porta ad un altissimo grado di mortalità o di incidente grave quando si presenta.

Diviene quindi fondamentale saper riconoscere la Sindrome da Apnee notturne, capirne le cause e curarne per tempo gli effetti.

Su questo argomento il Dr. Sanna ha già realizzato un video esplicativo che vi riproponiamo che speriamo vivamente vi spinga ad approfondire il vostro stato di salute e a porre rimedio all’eventuale presenza di questa malattia che influenza per altro anche altri aspetti importanti della vita di tutti i giorni.

Vi rimandiamo inoltre a questo interessante articolo a cura dell’ACI che raccoglie una lista di sintomi di cui tenere conto per riconoscere il pericolo di insorgenza di un colpo di sonno al volante e che segnala alcuni accorgimenti di buon senso per prevenire l’evento.

Il Dr. Antonio Sanna e tutta l’equipe del reparto di Pneumologia della nostra Casa di Cura a Firenze rimane a vostra completa disposizione per rispondere a domande o chiarimenti che potete lasciarci nello spazio dedicato ai commenti. 

Nella Pagina dedicata alla Sindrome da Apnee Ostruttive del Sonno troverete anche un utile test per valutare se esserne affetti.

Vi ricordiamo, infine, che è possibile prenotare delle visite mediche direttamente tramite il nostro servizio online.

Lascia un commento

Your email address will not be published.