Il giardino di Villa Donatello visto dall'alto

Le giornate di prevenzione oncologica gratuite per il mese di Novembre 2019

Le giornate di prevenzione oncologica gratuite per il mese di Novembre 2019

Tutte le date e le modalità di prenotazione

Fondazione ANT Italia ONLUS e Villa Donatello, con il sostegno del Banco Fiorentino proseguono con le attività di preenzione oncologica gratuite dedicate alle donne residenti in Toscana. Anche per il mese di Novembre 2019 le prestazioni, erogate presso la nostra Sede principale in Via Attilio Ragionieri 101 a Sesto Fiorentino, riguarderanno sia il Progetto Mammella che il Progetto Ginecologia.

Di seguito potete trovare tutte le date e le modalità di prenotazione.


PROGETTO GINECOLOGIA

Locandina del Progetto Ginecologia di Novembre 2019 a Sesto Fiorentino

Saranno 12 i controlli gratuiti per la prevenzione dei tumori ginecologici dedicati alle cittadine della nostra regione presso la nostra sede di Via Ragionieri 101 a Sesto Fiorentino. Le date disponibili sono quelle di Sabato 9 e 30 Novembre, dalle ore 09.00 alle ore 12.30.

Le prenotazioni saranno aperte a partire da Giovedì 31 Ottobre fino a Giovedì 7 Novembre (Sabato e Domenica esclusi) telefonando dalle ore 9.30 alle ore 13.00 al numero 348 3102881 fino ad esaurimento dei posti disponibili.


PROGETTO MAMMELLA

Locandina del Progetto Mammella, a Sesto FIorentino per il mese di Novembre 2019

I controlli gratuiti per la prevenzione dei tumori mammari, nel prossimo Novembre 2019, saranno questa volta a donne di età inferiore ai 45 anni. Le visite senologiche con ecografia a disposizione saranno 24 e verranno effettuate nei giorni di Mercoledì 13 e 27 Novembre, dalle ore 13.30 alle ore 19.00, presso la nostra sede principale in Via Attilio Ragionieri 101 Sesto Fiorentino.

Per le persone interessate sarà possibile prenotare a partire da Martedì 5  fino a Lunedì 11 Novembre, Sabato e Domenica esclusi, chiamando dalle ore 9.30 alle ore 13.00 il numero di telefono 348 3102881 fino al completamento dei posti a disposizione.


INFORMAZIONI IMPORTANTI

  • Una volta ottenuta la prenotazione per via telefonica è comunque necessario recarsi a questa pagina del Sito della Fondazione ANT per validare l’appuntamento compilando con i propri dati l’apposito modulo digitale.
  • Per le erogazioni di prestazioni a minori è indispensabile il consenso di entrambi i genitori.
  • Per scoprire come raggiungere la nostra nuova sede con tutti i mezzi possibili vi consigliamo di fare riferimento a questa pagina del nostro Sito Web.

 

Una fase dell presentazione del rinnovato presidio medico di Villa Donatello in Viale Matteotti a Firenze

Villa Donatello presenta il rinnovato presidio di Viale Matteotti

Villa Donatello presenta il rinnovato presidio di Viale Matteotti

Si chiude inoltre oggi il mese Donatello d’Argento, che ha coinvolto oltre mille persone
e fornito prestazioni di prevenzione gratuita a circa 300 cittadini.

Si è tenuta questa mattina a Palazzo Vecchio, alla presenza delle autorità comunali, la presentazione da parte delle cliniche Villa Donatello dei nuovi allestimenti realizzati nel tradizionale presidio cittadino di Viale Matteotti, che è sempre rimasto in attività e ora è stato rimodernato, nonché arricchito di nuovi servizi.

Circa un anno fa, quando venne inaugurata la sede di Firenze Castello per ospitare le principali attività delle cliniche Villa Donatello, c’era attesa su come la cittadinanza e i clienti avrebbero risposto. La decisione era frutto sia dello sviluppo registrato dalla società negli ultimi anni sia degli accresciuti bisogni della popolazione che richiedevano un’offerta nuova, in termini di spazio, comfort ed attrezzature che la sede storica di Firenze centro non era più in grado di offrire in maniera adeguata.

La risposta del pubblico all’apertura della nuova sede di Firenze Castello è stata ampiamente positiva: in otto mesi il nostro fatturato è cresciuto anche oltre le aspettative: +6,9% dei ricavi totali e del +9,2% dei ricoveri, così come sono state positive le prestazioni ambulatoriali aumentate del +3,3% – afferma Lorenzo Bifone, Presidente di Villa Donatello – In questo periodo, il presidio di viale Matteotti ha comunque continuato ad operare, tanto che il suo fatturato ha rappresentato il 7,7% dei ricavi totali e addirittura il 19% di quelli ambulatoriali. Numeri che ora contiamo di migliorare ulteriormente grazie ai nuovi allestimenti che presentiamo quest’oggi.

Riteniamo esistano spazi di mercato ulteriori da poter presidiare, come ci conferma una ricerca che abbiamo commissionato in base alla quale, nel 2018, il 54% dei nostri clienti proveniva dal centro città e che per loro la comodità di accesso ad una struttura vicina rappresenta, dopo la qualità medica, un importante motivo di scelta della struttura. Naturalmente non per le prestazioni di alta complessità, come i ricoveri o la diagnostica per immagini, che richiedono attrezzature e tecnologie all’avanguardia e per le quali una piccola distanza in più da percorrere non rappresenta un problema, ma per tutte le prestazioni più semplici – dichiara Alberto Rimoldi, Amministratore Delegato di Villa Donatello.

Da queste evidenze di mercato nasce dunque la decisione di razionalizzare l’offerta alla clientela. Nel rinnovato presidio di Viale Matteotti sono state aggiunte alcune attività come la radiologia e la mammografia ed è integrata la presenza di specialisti delle diverse branche per consentire di risolvere tutti i problemi di primo livello del paziente mentre continueranno ad essere fornite le prestazioni , quali analisi del sangue, visite, fisioterapia ed odontoiatria. Sarà inoltre disponibile una sala per la chirurgia ambulatoriale. Al contempo la sede di Firenze Castello, oltre a fornire le prestazioni mediche standard, sarà adibita alla soluzione di problematiche più complesse, in regime sia di ricovero sia ambulatoriale.

Questa scelta, insieme all’iniziativa Donatello d’Argento che si è appena conclusa, vuole rafforzare il legame che Villa Donatello ha da più di 70 anni con i cittadini di Firenze e con quelli della provincia nel nome di una Sanità di qualità.

Donatello d’Argento ha coinvolto su entrambi le sedi oltre mille persone, comprendenti i partecipanti ai tre incontri-evento con la popolazione e al convegno scientifico rivolto ai medici di base, i circa 300 cittadini hanno usufruito delle prestazioni di prevenzione gratuita e coloro che hanno utilizzato i prezzi particolari riservati in questo periodo agli anziani.

Villa Donatello continua a essere considerata dai fiorentini uno dei punti di riferimento cittadini per le  prestazioni sanitarie – ha detto l’assessore a Welfare e Sanità Andrea Vannucci – e questo ci riempie di grande soddisfazione. La nuova sede di Castello sta ottenendo ottimi risultati per fatturato e prestazioni ambulatoriali, che sono in crescita. Ad essi si aggiunge l’importante attività svolta nel presidio di viale Matteotti per le prestazioni di primo livello. Siamo felici che questa struttura collocata in centro sia stata rinnovata – ha continuato Vannucci – perché molti cittadini hanno così un presidio sanitario in più a cui rivolgersi. Firenze è una città con un elevato numero di anziani, pertanto per la nostra amministrazione è importante la presenza sul territorio di svariati presidi, pubblici e privati, in cui poter ricevere prestazioni sanitarie non lontano da casa.

Il rinnovato presidio di viale Matteotti – ha detto il presidente del Quartiere 1 Maurizio Sguanci – sarà, certamente, un punto importante per le prestazioni sanitarie dei cittadini di Firenze che va ad aggiungersi al centro a Castello. La popolazione anziana del nostro territorio, sempre in crescita negli ultimi anni, ha bisogno di centri, sia pubblici che privati, che possano dar loro delle prestazioni in ambito sociale e sanitario. Siamo certi che il rinnovato impegno portato avanti da Villa Donatello nel presidio di Viale Matteotti saprà coniugare servizi medici ambulatoriali moderni per tutti i fiorentini.


 

[DONATELLO D’ARGENTO] Gli Anziani nella Letteratura

Gli anziani nella letteratura
[DONATELLO D’ARGENTO]

È praticamente impossibile realizzare un elenco ragionato dei personaggi anziani più famosi nella letteratura. Approfittando di Donatello D’argento, mese nel quale abbiamo messo al centro della nostra e della vostra attenzione la Terza Età, vogliamo comunque divertirci un po’ con voi, suggerendo alcuni titoli di libri che potrebbero stimolare la vostra voglia di leggere.

La serie di proposte che troverete più in basso non pretende ovviamente di essere esaustiva: come spesso accade quando si scambiano consigli di lettura, ci piacerebbe che voi segnalaste altri libri che non ci sono venuti in mente o che non abbiamo aggiunto per non far diventare enciclopedico questo articolo. Vi aspettiamo quindi nei commenti qua sotto o negli spazi Social dove condivideremo questo articolo.

Buona lettura!


La copertina del libro "In viaggio contromano" di Michael Zadoorian

Michael Zadoorian – “In Viaggio contromano”

Non è mai troppo tardi per una coppia di anziani marito e moglie, per decidere di prendere e andare. La loro vita, spesso turbata da acciacchi di salute, sedentarietà e un pizzico di noia, viene gestita quasi totalmente dai figli un po’ troppo premurosi. I due allora decidono che devono andare. Dove? Perché? Non importa tanto la meta, ma la conquista di una libertà insperata. Un viaggio iniziatico, potremmo dire un romanzo di formazione, perché non si è mai troppo vecchi per riprendere nelle proprie mani il proprio destino. Romanzo delizioso.


Copertina del libro "Il posto delle fragole" di Bergman

Ingmar Bergman – “Il Posto delle Fragole”

Esiste forse per tutti un posto delle fragole, un luogo dove rimane intatto l’incanto dell’infanzia, l’io che eravamo,con la semplicità, l’autenticità e le speranze di quando la vita era davanti, un luogo, che forse c’è ancora dentro o fuori di noi, dove qualcuno può metterci davanti uno specchio e farci vedere quello che siamo diventati. Sono le fragole selvatiche colte nel giardino della casa d’infanzia di Isak Borg, vecchio professore egoista e misantropo, in viaggio a Lund per la celebrazione del suo giubileo all’Università, coronamento della carriera di medico e ricercatore. Da lì i ricordi prendono a intrecciarsi alla realtà, trasformando il viaggio verso Lund in una sorta di pellegrinaggio.


La copertina del libro "Il Pranzo di Babette"

Karen Blixen – “Il Pranzo di Babette”

Questo racconto è contenuto nella raccolta “Capricci del Destino”, ambientato in una cittadina della Norvegia. Narra di due anziane sorelle, figlie di un pastore luterano fondatore di una setta che rinuncia ai piaceri di questo mondo perché fonti soltanto di illusione. In questo
ambiente parco irrompe Babette, comunarda in fuga dalla Francia rivoluzionaria che viene assunta come cuoca dalle due sorelle. Babette non solo si inserisce rapidamente nella piccola comunità, ma diviene ben presto indispensabile. La sua presenza rappresenta l’elemento esotico in un’atmosfera fredda e austera, mentre la sua arte culinaria emana una sorta di fascinazione magica, che risveglia negli uomini antiche passioni sopite.


Copertina del libro "Il Viaggio verso casa" di Catherine Dunne

Catherine Dunne – “Il Viaggio verso casa”

Beth trova le lettere che la madre anziana e malata ha cominciato a scriverle alle prime, inequivocabili avvisaglie della malattia: vedendosi sfuggire la vita e la lucidità mentale, Alice ha voluto cercare a proprio modo di ricucire il rapporto con la figlia. Ha così inizio, nelle notti di veglia, una lunga conversazione ideale in cui Beth scopre una donna nuova, con un mondo interiore insospettato.


Copertina del libro "La visita della vecchia signora"

Friedrich Dürrenmatt – “La visita della vecchia signora”

In una piccola cittadina arriva una vecchia miliardaria e, come in una sorta di carosello alla Gogol, l’intera comunità si precipita intorno alla vecchia signora per ottenere un lascito, una donazione, qualunque cosa insomma che possa rialzare la sorte del paese ormai in irreversibile declino. La vecchia signora ritorna nella sua città, ritorna con un seguito di scialbi scagnozzi, di evirati clown che saltellano a destra e a sinistra del potere che li manovra. La vecchia signora torna, ma per un motivo ben preciso. Un motivo che nessuno in paese avrebbe mai potuto immaginare e che scatena gli istinti più bassi che ogni uomo nasconde accuratamente dentro di sè.


Copertina del libro "Uno splendido isolamento"

Edna O’Brien – “Uno splendido isolamento”

Delicato e intenso romanzo ambientato in Irlanda nei momenti più caldi della lotta dei militanti dell’IRA. Un’anziana signora vive in una splendida casa nei boschi irlandesi, isolata nei suoi ricordi normali, vedova di un marito che ha presto dimenticato e incastrata in una routine che probabilmente la fa sentire al sicuro ma la preserva da qualsiasi tipo di emozione. Un giorno un giovane combattente dell’IRA, per fuggire alla cattura, si nasconde nella sua casa. Nell’oscurità e nel silenzio di quella casa, da cui non possono uscire, lentamente si avvicinano: lei vede in lui il figlio che non ha mai avuto, lui le fa comprendere il dramma del loro popolo.


coipertina del libro "Pomodori Verdi Fritti"

Fannie Flag – “Pomodori verdi fritti”

Evelyn, una donna infelice e molto complessata, incontra in un ospizio Virginia, un’originale anziana signora che le racconta una storia di tanti anni prima: quella del Caffé di Whistle Stop, aperto in Alabama da una singolare coppia al femminile, la dolce Ruth e la temeraria Idgie, e frequentato da stravaganti sognatori, uomini di colore, poetici banditi e vittime della Grande Depressione. La movimentata vicenda di due donne, coinvolte loro malgrado in un omicidio, e la loro tenacia nello sconfiggere le avversità, ridanno a Evelyn la fiducia e la forza necessarie per affrontare le difficoltà dell’esistenza.


copertina del libro "Il vecchio e il mare"

Ernest Hemingway – “Il vecchio e il mare”

“L’uomo non è fatto per la sconfitta. Un uomo può essere distrutto ma non sconfitto”. Non c’è molto da dire su questo grandissimo capolavoro della letteratura mondiale. Un libro che offre punti di vista diversi ogni volta che lo si rilegge, come un buon vino matura in noi con gli anni, mutando colore e gusto.


Marina Lewycka – “Breve storia dei trattori in lingua ucraina”

Quando Nikolaj Mayevsky – un anziano ucraino ottantaquattrenne, emigrato in Inghilterra nel 1943 – comunica alle figlie che a due anni dalla morte dell’amata moglie si risposerà con Valentina, un’esplosiva e procace ucraina di soli trentasei anni, in famiglia scoppia il putiferio. Nadia e Vera sono due sorelle assai diverse tra loro e non si parlano da quando la madre è morta, ma di fronte a una simile notizia, non  possono far altro che allearsi e cercare di contenere i danni. Valentina, è ben chiaro, cerca solo una sistemazione in Inghilterra e un  passaporto che le permetta di fuggire dal suo paese d’origine. E per far questo è disposta a tutto. Una radiografia dei Paesi dell’Est prima e dopo la caduta del comunismo.


Sándor Márai – “Le braci”

Dopo quarantun anni, due uomini, che da giovani sono stati inseparabili, tornano a incontrarsi in un castello ai piedi dei Carpazi. Uno ha passato quei decenni in Estremo Oriente, l’altro non si è mosso dalla sua proprietà. Ma entrambi hanno vissuto in attesa di quel momento. Null’altro contava per loro. Perché? Perché condividono un segreto che possiede una forza singolare: “una forza che brucia il tessuto della vita come una radiazione maligna, ma al tempo stesso dà calore alla vita e la mantiene in tensione”. Tutto converge verso un “duello senza spade” ma ben più crudele. Tra loro, nell’ombra il fantasma di una donna. Uno splendido romanzo sull’amicizia e la vecchiaia che vi rimarrà a lungo nel cuore.


Haruki Murakami – “Kafka sulla spiaggia”

Un ragazzo di 15 anni, maturo e determinato come un adulto, e un vecchio con l’ingenuità e il candore di un bambino, si allontanano dallo stesso quartiere di Tokyo diretti allo stesso luogo, Takamatsu, nel Sud del Giappone. Il ragazzo, che ha scelto come pseudonimo Kafka, è in fuga dal padre, uno scultore geniale e satanico, e dalla sua profezia, che riecheggia quella di Edipo. Il vecchio, Nakata, fugge invece dalla scena di un delitto sconvolgente nel quale è stato coinvolto contro la sua volontà. Abbandonata la sua vita tranquilla e fantastica, fatta di piccole abitudini quotidiane e rallegrata da animate conversazioni con i gatti, dei quali parla e capisce la lingua, parte per il Sud. Nel corso del viaggio, Nakata scopre di essere chiamato a svolgere un compito, anche a prezzo della propria vita. Seguendo percorsi paralleli, che non tarderanno a sovrapporsi, il vecchio e il ragazzo avanzano nella nebbia dell’incomprensibile schivando numerosi ostacoli, ognuno proteso verso un obiettivo che ignora ma che rappresenterà il compimento del proprio destino.


Dolores Prato – “Giù la piazza non c’è nessuno”

Il romanzo uscì in prima edizione da Einaudi nel 1980 in versione ridotta, facendo notizia per l’età della sua autrice, una signora ultraottantenne. Esce nel 1997 in versione integrale: una donna giunta alla fine della sua vita volge indietro lo sguardo e, come attraverso la lente di un cannocchiale, perlustra un mondo lontano e scomparso, la civiltà contadina e artigianale, le scolorite nobiltà terriere di una piccola città delle Marche, Treja. Il romanzo si sviluppa nella storia di una ragazzina (l’autrice da piccola) che cresce senza mamma, accanto a un tenero e riservato zio prete e a una zia nubile nelle Marche contadine di fine ‘800.


Philip Roth – “L’animale morente”

L’animale morente è la confessione in prima persona del settantenne professor David Kepesh che racconta come la passione sensuale per una giovane studentessa di origine cubana abbia sconvolto la sua vita. Divertente, cinico e spregiudicato – il professore è coltissimo ed è un teorico del sesso – il romanzo diventa sempre più profondo, emozionante e commovente.


Jonas Jonasson – “Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve”

Un romanzo divertente e sorprendente dalla prima all’ultima pagina. Il nostro centenario fugge da un centro per anziani e da quel momento scopriremo il suo ricco passato, che mostrerà come alla fine la sua figura abbia diretto le sorti della storia mondiale. Un Forrest Gump della Terza Età che diventerà il vostro nuovo supereroe preferito!


José Saramago – “Le intermittenze della morte”

Lo spunto iniziale del romanzo è molto semplice: che cosa potrebbe succedere ad una piccola cittadina dove la morte ha dimenticato di colpire? Il libro è un’ironica riflessione sulla vita in una società, come l’attuale, caratterizzata dal timore della vecchiaia e dal tentativo di allontanare e rinviare la fine dell’esistenza.


 

un momento della Conferenza Stampa di presentazione del progetto Donatello D'Argento

Gli Anziani sono una risorsa: Villa Donatello dedica loro il “Donatello D’Argento” [Conferenza Stampa e Video]

Gli Anziani sono una risorsa:
Villa Donatello dedica loro il “Donatello D’Argento”

Un mese di iniziative ,idee, storie e consigli per coltivare la terza età: la Conferenza Stampa
[Video Interviste a fondo pagina]

Oltre un italiano su cinque – esattamente il 22,1% – ha più di 65 anni di età. Aumentano i giovani anziani, cioè quelli di età compresa tra i 65 e i 74 anni di età: sono oltre 6 milioni e mezzo, pari al 10,8% della popolazione residente. Continuano ad aumentare anche gli anziani tra i 75 e gli 84 anni: oltre 4,8 milioni, l’8% del totale della popolazione. Quanto ai cosiddetti grandi vecchi, gli over 85 sfiorano i due milioni, pari al 3,3% della popolazione.

Numeri consistenti e in continua crescita, tanto che nel 2050, secondo le stime, gli over 65 saranno il 35% della popolazione Italia.

All’aumentare dell’età aumenta anche la spesa sanitaria: a fronte di una spesa media delle famiglie del 4,8%, una famiglia di over 65 anni spende in media il 6,7% del proprio reddito in sanità (6,9% per gli anziani single).

Ma se l’allungamento delle speranze di vita è una certezza, bisogna lavorare, ed è possibile farlo, anche per migliorare ulteriormente la qualità della vita in età avanzata.

È in questo contesto che si inserisce l’evento promosso dalla nostra casa di cura, il Donatello d’Argento che, dal 9 al 30 Settembre, dedicherà una serie di iniziative alle persone over 65, presentate lo scorso 9 Settembre presso la Sala Barile del Consiglio Regionale Della Toscana.

Per la sua storia e la sua immagine nell’ambito della sanità privata toscana Villa Donatello non può limitarsi ad essere solo una struttura dove si esercita una medicina di qualità, ma deve aprirsi alla società ed al territorio per contribuire a migliorare la salute di tutti i fiorentini – afferma Lorenzo Bifone, Presidente di Villa Donatello.

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto di Clinica aperta che ha già ospitato diversi convegni scientifici, un open day sulla prevenzione, giornate mensili gratuite in collaborazione con Ant e che vogliamo ora perseguire con iniziative periodiche mirate a gruppi diversi, in collaborazione con le Istituzioni e con le organizzazioni di categoria – dichiara l’Amministratore Delegato di Villa Donatello, Alberto Rimoldi – D’altra parte – prosegue – Villa Donatello è una società controllata dal Gruppo Unipol, il cui nuovo Piano strategico 2019-2021 si focalizza sul presidio dell’ecosistema del welfare non solo con polizze assicurative, ma con società che offrono direttamente servizi alla popolazione.

Camilla Sanquerin, Assessore alle Politiche sociali di Sesto Fiorentino dove ha sede principale Villa Donatello, ricorda come

La terza età sia un’opportunità e una risorsa per la nostra comunità. Iniziative come questa che mirano alla prevenzione e all’attenzione alla propria salute sono importanti, perché contribuiscono al benessere delle persone in una fascia d’età che, grazie all’innalzamento dell’aspettativa di vita, può essere vissuta pienamente e con serenità. È fondamentale in questo l’impegno delle diverse realtà del territorio, tra cui Villa Donatello, che rafforza e arricchisce la già ampia rete istituzionale dei servizi rivolti agli anziani e in generale alle fragilità.

Donatello d’Argento è una bellissima iniziativa dedicata agli anziani e alla loro salute – ha detto l’Assessore a Welfare e Sanità Andrea Vannucci – che permette agli  over 65 e alle loro famiglie di toccare con mano l’elevata qualità delle prestazioni fornite a Villa Donatello, struttura innovativa e molto attiva sul fronte della prevenzione in cui tutti i servizi offerti mettono al centro la persona e le sue necessità. Per la nostra amministrazione comunale gli anziani sono una delle priorità – ha spiegato Vannucci – sono la spina dorsale della nostra comunità e lavoriamo ogni giorno per garantire loro una vita serena e servizi qualitativamente elevati e rispondenti ai loro bisogni.

Donatello d’Argento prevede, oltre l’accesso a prezzi scontati per gli over 65 a tutte le prestazioni diagnostiche di Villa Donatello, nelle sue due sedi, una serie di incontri con la popolazione finalizzati a suggerire, in maniera agile ed interattiva, stili di vita più sani che possono contribuire a ridurre l’insorgenza di malattie croniche negli anziani, un open day con oltre 300 prestazioni di prevenzione gratuite, incontri con i medici di base, che prevedono anche l’erogazione di ECM, per informarli sulle ultime novità nel campo della assistenza agli anziani.

Le iniziative saranno sviluppate in collaborazione con organizzazioni che hanno visione ed obiettivi analoghi quali CNA pensionati Firenze, Confesercenti Fipac Firenze, Auser Firenze e Ruffino, Assicoop Toscana, la pagina facebook Vecchia Firenze mia.

L’iniziativa ha il Patrocinio del Comune di Firenze e del Comune di Sesto Fiorentino.

Video interviste a latere della Conferenza Stampa di presentazione


 

Giornata della prevenzione

Giornata della Prevenzione

La prevenzione per gli Over 65: Donatello D’Argento

Sabato 21 Settembre nella sede di Via Ragionieri e nel presidio di Viale Matteotti, Villa Donatello metterà a disposizione della popolazione Over 65 circa 300 screening gratuiti coperti da un’ampia selezione di Specialità.

Questa giornata dedicata alla prevenzione gratuita per gli Over 65 è inserita nel contesto più ampio di Donatello D’Argento: un contenitore di iniziative culturali, mostre e convegni che si svolgerà durante tutto il mese di Settembre. Per avere più informazioni sulle iniziative potete fare riferimento a questo articolo.

Come prenotarsi

Per ogni sezione di questo articolo troverete un pulsante che vi permetterà di compilare il modulo di prenotazione. Per comodità lo abbiamo inserito anche a fondo pagina. E’ possibile prenotare anche chiamando il numero 055 5097900 dalle 12:30 alle 14:30 (da lunedì a venerdì).

ATTENZIONE: per motivi organizzativi nel giorno di venerdì 20 settembre – ultimo giorno utile per prenotare i pochissimi screening rimasti disponibili – sarà possibile prenotare SOLO telefonicamente, chiamando il numero 055 5097900 dalle ore 9:00 alle ore 15:00.

Vi ricordiamo che le prenotazioni saranno attive fino ad esaurimento delle disponibilità, che sarà possibile prenotare una sola tipologia di visita a persona e che nel caso di prenotazioni per più persone (ad esempio per entrambi i propri genitori o per un amico) è necessario compilare un secondo modulo utilizzando l’apposito pulsante che troverete sotto al primo.


UROLOGIA: SCREENING DELLA PROSTATA

36 visite gratuite disponibili per gli over 65
presso la Sede di Firenze Castello e il Presidio di Firenze Centro

Si può parlare di prevenzione a 65 anni? Assolutamente si. Oramai con il progredire della scienza l’aspettativa di vita è salita in maniera importante e a 65 anni per la medicina si è ancora un uomo adulto e non anziano. A questa età è il momento di continuare una prevenzione che l’uomo deve iniziare intorno ai 45 anni per quanto riguarda l’apparato urologico o se mai eseguita fare comunque una prima visita.

I nostri specialisti saranno a disposizione per una visita di prevenzione andrologica della durata di 10 min, che consentirà all’urologo di fare diagnosi importanti in quanto la prostata è soggetta all’infiammazione, le cosiddette prostatiti, è soggetta all’ipertrofia prostatica benigna ovvero all’ingrossamento che determina tutta una serie di problematiche sui sintomi urinari ed inoltre è un organo a rischio nel tumore più frequente nell’uomo. Tutte queste patologie sono individuabili con una visita rapida e veloce che consiste in una anamnesi, una raccolta di dati, e una successiva visita caratterizzata da un’esplorazione rettale: in questo modo si fa prevenzione e si affrontano problemi che spesso l’uomo tende a minimizzare.

Prenota il tuo screening gratuito chiamando il numero 055 5097900 dalle ore 9:00 alle ore 15:00


GINECOLOGIA: SCREENING GINECOLOGICO

36 visite gratuite disponibili per gli over 65
presso la Sede di Firenze Castello e il Presidio di Firenze Centro

Per quanto riguarda la ginecologia, la giornata dedicata alla prevenzione vedrà impegnati i nostri specialisti nell’erogazione di visite gratuite dedicate alla prevenzione delle malattie ginecologiche. Nel corso della seduta, a discrezione del medico, potrebbe anche essere effettuato un esame di citologia ginecologica.

La durata media prevista delle prestazioni offerte è tra 20 e 30 minuti.

Prenota il tuo screening gratuito chiamando il numero 055 5097900 dalle ore 9:00 alle ore 15:00


DERMATOLOGIA: SCREENING DEL MELANOMA

54 visite gratuite disponibili per gli over 65
presso la Sede di Firenze Castello e il Presidio di Firenze Centro

In ambito dermatologico lo screening del melanoma consiste nella cosiddetta mappatura dei nei. Si tratta di uno di quei controlli medici che andrebbe fatto periodicamente, tenendo comunque presente l’importanza di controllare l’eventuale insorgenza di nuovi nei sul nostro corpo con costanza. Questo tipo di analisi è sempre più importante se si tiene conto di quanto sia aumentata la percentuale di insorgenza di melanoma nella popolazione: l’Istituto Superiore di Sanità stima che nell’ultimo quinquennio in Italia i decessi attribuiti a melanoma cutaneo sono stati 4.000 nei maschi e oltre 3.000 nelle femmine, corrispondenti a tassi medi di mortalità rispettivamente di 5 e 6 su 100.000 abitanti l’anno.

Lo screening ha una durata di circa 15 minuti.

Prenota il tuo screening gratuito chiamando il numero 055 5097900 dalle ore 9:00 alle ore 15:00


OTORINOLARINGOIATRIA: SCREENING DELL’UDITO ED ESAME AUDIOMETRICO

36 visite gratuite disponibili per gli over 65
presso la Sede di Firenze Castello e il Presidio di Firenze Centro

Tra tutti gli inevitabili processi di invecchiamento delle funzioni del nostro corpo, sono particolarmente evidenti quelli a carico della funzione uditiva.

Essi sono talvolta banalmente accentuati dalla presenza di un’ostruzione a livello del condotto uditivo esterno (tappo di cerume, pelle desquamata, corpi estranei, ecc.).

La funzione uditiva è certamente quella più importante per la condizione umana della vita di relazione, perché ci permette sia di ricevere correttamente il messaggio verbale che di mantenere sempre aggiornato e ben sveglio il nostro cervello per la comunicazione verbale e il linguaggio in genere.

Lo screening si focalizzerà sul controllo specialistico delle condizioni del condotto uditivo e del timpano e sul successivo controllo dell’udito con esame audiometrico in cabina silente.

Tali accertamenti saranno effettuati mediante tecnologie molto avanzate (si potrà vedere in diretta il timpano sullo schermo del PC e averne una fotografia) ed anche l’esame audiometrico sarà stampato e consegnato al paziente.

È prevista una durata media della visita di circa 20 minuti, comprensiva ovviamente dell’asportazione di eventuali tappi di cerume o quant’altro, che ostacolerebbero la corretta esecuzione dell’esame dell’udito in cabina.

ESAURITO


FLEBOLOGIA: VALUTAZIONE CLINICA DELLA SALUTE DELLE GAMBE

18 valutazioni gratuite disponibili per gli over 65
presso il Presidio di Firenze Centro

Lo screening consiste in una valutazione clinica specifica delle vostre gambe, fornendo consigli utili per eventuali approfondimenti, terapie mediche o chirurgiche da eseguire per la loro cura e benessere.

Le consulenze avranno una durata di circa 20 minuti durante i quali verranno valutati tutti i segni e sintomi clinici che possono segnalare la presenza di problemi vascolari di natura venosa o di altro genere.

Il tempestivo riconoscimento di sintomi quali la pesantezza delle gambe, la presenza di capillari diffusi o di vene dilatate ci permette di mettere in atto un approccio terapeutico completo ed efficace per poter prevenire o contrastare l’evoluzione verso possibili complicanze.

ESAURITO


FISIOTERAPIA: VALUTAZIONE DELL’EQUILIBRIO E PREVENZIONE DELLE CADUTE

18 valutazioni gratuite disponibili per gli over 65
presso il Presidio di Firenze Centro

Quanto è rilevante il problema delle cadute nell’anziano? Come si può valutare il rischio di cadute nell’anziano? Come si possono prevenire le cadute nell’anziano? Come ci si deve comportare in caso di caduta nell’anziano? Lo scopo di questo screening è quello di valutare attraverso test validati a livello internazionale e prove funzionali con macchine opportunamente settate e calibrate, le capacità di stabilità, equilibrio e con esse il rischio caduta in soggetti sani e non solo.

L’obiettivo finale è quello di individuare le problematiche soggettive di ogni singolo individuo che ha eseguito la valutazione per poter poi ridurre al minimo il rischio caduta, correggere posture pericolose, imparare a gestire disequilibri.

Al momento dell’accesso verrà redatta la cartella clinica, alla dimissione verrà consegnata una valutazione del professionista sulle condizioni del paziente e dei i consigli per ridurre il rischio di caduta, partendo dall’ambiente domestico fino ad arrivare alle caratteristiche della persona e ai trattamenti in atto.

La durata della valutazione è di circa 20 minuti.

Prenota il tuo screening gratuito chiamando il numero 055 5097900 dalle ore 9:00 alle ore 15:00


ODONTOIATRIA: SCREENING PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL TUMORE DEL CAVO ORALE

18 screening gratuiti disponibili per gli over 65
presso il Presidio di Firenze Centro

Le neoplasie del cavo orale – 4.500 persone colpite in Italia ogni anno – manifestano un elevato tasso di mortalità, in quanto, nel 70% dei casi vengono diagnosticate tardivamente. Gli studi dicono che, tra una diagnosi tardiva e una diagnosi precoce, la sopravvivenza a 5 anni del paziente passa dal 32% all’83%. Lo screening consiste in un breve test non invasivo, effettuato con la moderna tecnologia VELscope Vx, che consente al medico di visualizzare lesioni non visibili ad occhio nudo, prima che siano visibili alla luce normale.

Si possono così guardare in profondità le mucose della bocca, in modo non invasivo e senza bisogno di farmaci. È una luce ad alta intensità che stimola la fluorescenza naturale dei tessuti. Una variazione della fluorescenza rispetto a quella dei tessuti sani significa una modifica biochimica o strutturale delle mucose, ed è quindi indice di lesione sospetta.

Il test dura circa 15 minuti.

Prenota il tuo screening gratuito chiamando il numero 055 5097900 dalle ore 9:00 alle ore 15:00


OCULISTICA: SCREENING DEL GLAUCOMA

18 screening gratuiti disponibili per gli over 65
presso la Sede di Firenze Castello

Il glaucoma è una malattia oculare correlata generalmente a una pressione dell’occhio troppo elevata. Secondo l’OMS ne sono affette almeno 55 milioni di persone nel mondo. Il glaucoma è la seconda causa di cecità a livello planetario dopo la cataratta, ma è la prima causa irreversibile; in Italia si stima che colpisca circa un milione di persone, ma la metà di esse non ne sarebbero a conoscenza perché non effettuano visite oculistiche periodiche. La disabilità visiva provocata dal glaucoma (compresa l’ipovisione) si può prevenire purché la malattia sia diagnosticata e curata tempestivamente. Generalmente colpisce dopo i 40 anni. Durante la visita, della durata di circa 20 minuti, verrà eseguito un esame monometrico che misura il valore della pressione intraoculare.

Prenota il tuo screening gratuito chiamando il numero 055 5097900 dalle ore 9:00 alle ore 15:00


OCULISTICA: SCREENING DELLA RETINA

18 screening gratuiti disponibili per gli over 65
presso la Sede di Firenze Castello

L’esame della retina consente la visualizzazione dell’albero vascolare arterioso e venoso retinico, di cui si può valutare il decorso e la dimensione. Permette, soprattutto, di osservare la macula, la zona centrale della retina che consente la visione frontale. Infatti, eventuali degenerazioni e anomalie (distrofie) possono essere diagnosticate e monitorate con tale esame.

Si può valutare la conformazione della testa del nervo ottico individuando eventuali patologie (anche generali o sistemiche). Il diabete o l’ipertensione sono patologie che colpiscono i vasi: ciò che accade nell’occhio avviene, ad esempio, anche nel rene e nel cuore. Il vantaggio è che, con il fondo dell’occhio, si riescono a visualizzare le vene e le arterie con sistemi non invasivi.

Per quanto riguarda le patologie oculari il semplice esame del fondo dell’occhio ci permette di prevenire alcune patologie oculari, consentendo di seguire terapie che possono scongiurare patologie gravi e irreversibili.

Durante le visita, della durata di circa 20 minuti,  verrà eseguito un esame del fondo oculare con un retinografo computerizzato.

Prenota il tuo screening gratuito chiamando il numero 055 5097900 dalle ore 9:00 alle ore 15:00


ORTOPEDIA: SCREENING DELLA SALUTE DEL PIEDE

18 screening gratuiti disponibili per gli over 65
presso la Sede di Firenze Castello

Avere dei piedi sani è di per sé importante per il benessere della persona e lo diviene maggiormente in quanto alcuni problemi posturali possono essere originati o aggravati da un problema al piede.

Il piede svolge una fondamentale azione biomeccanica, è in grado di sostenere l’intero corpo, permette la deambulazione ed è un recettore d’informazioni ambientali necessarie per una corretta postura.

Quotidianamente il piede subisce sollecitazioni meccaniche di varia natura e il carico al quale viene sottoposto ha, nella maggior parte delle situazioni, un’intensità importante. Una persona cammina, corre, salta e sale le scale in maniera completamente naturale e la morfologia del piede sano è in grado di far fronte alle varie sollecitazioni facendo apparire le complesse attività di movimento come semplici e naturali.

Il piede è inoltre un importante componente del sistema tonico posturale, sistema che attraverso diversi canali raccoglie e invia al cervello informazioni sull’ambiente circostante necessarie ad elaborare la risposta posturale. La pianta del piede è ricca di recettori plantari, gli unici in grado di acquisire le informazioni provenienti dal suolo come la qualità del terreno o la sua inclinazione. Tali informazioni assieme a quelle trasmesse dall’occhio e dall’orecchio interno sono rielaborate dal cervello per determinare la modificazione dello stato di contrazione dei muscoli, la posizione relativa delle ossa e l’inclinazione delle articolazioni di tutto il corpo. Un ruolo fondamentale è svolto dal piede anche nell’acquisizione di informazioni sulle oscillazioni della massa corporea, di importanza rilevante rispetto al comportamento dinamico del corpo.

Alla luce dei molteplici legami esistenti tra piede e aspetti posturali è chiaro come la salute del piede è fondamentale per il benessere dell’intero corpo.

L’insorgenza di dolore al piede, che può avere differenti origini, può provocare modificazioni dell’appoggio plantare, causare disturbi nella deambulazione e arrivare a coinvolgere le strutture sovrastanti come le ginocchia, il bacino la colonna vertebrale portando a patologie posturali che le persone difficilmente associano a problemi originati dal piede.

Partendo proprio da una patologia diffusa quale l’alluce valgo l’intento è quello di sensibilizzare la popolazione sull’importanza della cura del piede rispetto a questa e alle numerose altre patologie che possono interessarlo.

Prenota il tuo screening gratuito chiamando il numero 055 5097900 dalle ore 9:00 alle ore 15:00


 

Il manifesto di Donatello D'Argento

Donatello D’Argento

Il manifesto di Donatello D'Argento

Donatello D’Argento

Un mese di iniziative, idee, storie e consigli per coltivare la Terza Età
[Programma degli Eventi in calce all’articolo]

Essere anziani è una fase della vita che stiamo imparando a valorizzare.
Dall’invecchiamento attivo alla silver economy, gli Over 65 saranno sempre più protagonisti della nostra società. 

Siamo proprio sicuri che invecchiare sia così brutto? L’età porta con sé anche molti vantaggi. L’esperienza, per esempio. Gli anni non passano invano. Per fortuna!

Sgombriamo subito la mente da un equivoco: entrare nella cosiddetta terza età non significa inevitabilmente decadenza, malattia, disabilità e isolamento.

La nostra salute dipende dal modo in cui viviamo, dal nostro stile di vita, dalle nostre abitudini. Per mantenerci in buone condizioni, conta
prima di tutto l’alimentazione: una dieta sana ed equilibrata è fondamentale. Poi l’attività fisica: un po’ di movimento è consigliato a tutte le età, nei modi indicati dal medico di fiducia.

Un altro aspetto da considerare è la vita sociale: stare in compagnia e condividere piaceri e passioni ci fa sentire attivi.

Nel mese di Settembre, Villa Donatello ha deciso di dare vita ad una serie di iniziative dedicate proprio alle persone che stanno attraversando gli Anni d’Argento.

Eventi, incontri e convegni, attività culturali e d’informazione, senza dimenticare una giornata davvero speciale, il prossimo 21 Settembre, che sarà dedicata ad una vasta offerta di screening gratuiti dedicati alla prevenzione.

Per non perderti le informazioni su tutti gli eventi previsti per Donatello D’Argento clicca qui sotto e

Villa Donatello “Clinica Aperta”

La nostra clinica privata è nata a Firenze nel 1946. Secondo la sua carta di identità, è decisamente una over 65. Un’anziana, insomma!

73 anni di vita ne fanno un pezzo di storia della nostra sanità, una cara e gloriosa vecchia istituzione per generazioni di toscani.

Ma se ci passate il paragone, vorremmo confrontare Villa Donatello con una persona ultrasettantenne di oggi. Le frontiere dell’anzianità si sono spostate – e stanno continuando a spostarsi anno dopo anno – con una velocità sorprendente.

Avere 70 o più anni nel 2019 non è la stessa cosa che averli avuti cento, cinquanta o anche appena trent’anni fa.

L’anziano attuale ha tutte le carte in regola per giocare un ruolo attivo nella società.

Il concetto stesso di anziano è in continua e profonda evoluzione.

Anche Villa Donatello è in evoluzione. Attraverso gli anni è cambiata, così come cambiavano la società, le persone, i costumi e, naturalmente, la medicina.

Da casa di cura elitaria, la cui alta qualità era destinata soltanto a chi poteva permettersela, Villa Donatello è diventata – e sta sempre
più diventando – una clinica aperta.

È proprio questa la definizione che più ci piace: clinica aperta.

Ma aperta a chi? Aperta a cosa? Aperta al territorio, grazie a un rapporto sempre più intenso non soltanto con le istituzioni politiche ma con tutto il tessuto sociale, l’imprenditoria, le organizzazioni civili, il volontariato.

Aperta ai cittadini, grazie ad accordi e convenzioni che rendono i suoi servizi e le sue prestazioni mediche e chirurgiche sempre più accessibili, anche in termini di costi.

Aperta, insomma, perché la sua alta qualità finalmente è alla portata economica non più di pochi ma di tanti.

Aperta, inoltre, perché progettata e strutturata sempre più a misura delle esigenze dei pazienti, come dimostrano i nuovi servizi quali il Fast Aid, l’ambulatorio per le piccole emergenze di salute aperto 7 giorni su 7 senza attese né prenotazioni, e il nuovo servizio Trauma Clinic, per chi ha un trauma o un’urgenza ortopedica e vuole risolverli presto e bene.

Non a caso, gli eventi a tema che Villa Donatello si sta impegnando a organizzare, tra cui quello di cui stiamo parlando dedicato alla terza età, si chiamano “Clinica aperta”.

La filosofia che li ispira, infatti, è quella di aprire le porte della clinica privata ai cittadini, attraverso una serie di iniziative che comprendono momenti tra loro complementari: la divulgazione medico-scientifica, con conferenze e dibattiti; la promozione della prevenzione, con pacchetti di visite gratuite; l’intrattenimento culturale, con eventi e spettacoli.

Attiva, positiva e con la voglia di avere un ruolo sempre più centrale nella sanità e nella società. È questa la Villa Donatello di oggi.

Un esempio di come, a 70 anni, si possa essere pieni di cose da fare. E di obiettivi da realizzare.


DONATELLO D’ARGENTO: IL PROGRAMMA

Eventi

Giovedì 12 Settembre – ore 18:30 (Sala Convegni c/o Villa Donatello Sede di Firenze Castello)

“Vino, Eros e sorrisi per vivere bene la Terza Età” (in collaborazione con Ruffino S.r.l.)
Francesco Sorelli (responsabile relazioni pubbliche Ruffino S.r.l.) intervista il Dr. Nicola Mondaini – uroandrologo presso Villa Donatello – e Gaetano Gennai attore fiorentino – per parlare in maniera scientifica e divertente delle proprietà del vino e della salute sessuale nella Terza Età.
[Seguirà aperitivo]

Lunedì 16 Settembre – ore 18:30 (Sala Convegni c/o Villa Donatello Sede di Firenze Castello)

“A tavola non si invecchia” (in collaborazione con FIPAC Confesercenti Firenze)
Lo chef Riccardo Bartoloni (Ristorante Giannino in San Lorenzo) e il maestro pasticcere Simone Bellesi (Caffè Pasticceria Neri) prepareranno piatti e dolci della cucina toscana sotto la guida delle nutrizioniste di Villa Donatello Flavia Fondelli ed Elisabetta Papi.
[Seguirà aperitivo con i piatti preparati durante l’evento]

Lunedì 23 Settembre – ore 18:30 (Sala Convegni c/o Villa Donatello Sede di Firenze Castello)

“Lo stile di vita nella Terza Età: un alleato della salute” (in collaborazione con CNA Pensionati Firenze)
Un racconto a cura dello staff di Donatello Vivermeglio su come sia possibile con pochi accorgimenti impostare uno stile di vita sano e corretto anche in terza età.
[Seguirà aperitivo]

Da giovedì 12 settembre fino a sabato 28 settembre, sarà presente presso la Sede di Firenze Castello una mostra fotografica (“FIRENZE D’ARGENTO” – Immagini per ricordare o scoprire come eravamo e come siamo cambiati nel tempo) realizzata grazie al prezioso contributo della pagina facebook “Vecchia Firenze Mia” ed a disposizione per tutti i pazienti, ospiti e visitatori che vorranno visitarla.

Incontri e convegni

Lunedì 9 Settembre – ore 12:30 (Sala Barile c/o Consiglio della Regione Toscana)
Conferenza stampa di presentazione del mese “Donatello D’Argento”

Sabato 28 Settembre – ore 8:15 (Sala Convegni c/o Villa Donatello Sede di Firenze Castello)
“Fragilità nell’anziano: multimorbilità e disabilità”
Un convegno rivolto ad infermieri e medici di famiglia, dedicato ad un approfondimento multidisciplinare sulle principali innovazioni nella gestione del paziente anziano.

Lunedì 30 Settembre – ore 13:30
Brindisi di chiusura del mese Donatello D’Argento e presentazione delle nuove attività del Presidio di Villa Donatello a Firenze Centro
Un brindisi a fine giornata per chiudere il mese Donatello D’Argento e presentare le nuove attività che renderanno la sede di viale Matteotti un punto di presenza ancora più importante nel cuore della città.

Sconti

Da martedì 10 settembre fino a sabato 28 settembre tutti gli over 65 avranno diritto ad uno sconto del 20% su tutte le prestazioni diagnostiche.

Screening gratuiti

Sabato 21 Settembre nella sede di Via Ragionieri e nel presidio di Viale Matteotti, Villa Donatello metterà a disposizione della popolazione over 65 circa 300 screening gratuiti nelle seguenti specialità:

Oculistica (Sede) — Screening del glaucoma
Oculistica (Sede) — Screening della retina
Dermatologia (Sede e Presidio) — Screening del melanoma
Urologia (Sede e Presidio) — Screening della prostata
Flebologia (Presidio) — Valutazione clinica della salute delle gambe
Odontoiatria (Presidio) — Screening per la diagnosi precoce del tumore del cavo orale
Ortopedia (Sede) — Screening della salute del piede
Ginecologia (Sede e Presidio) — Screening ginecologico
Fisioterapia (Presidio) — Valutazione clinica dell’equilibrio e prevenzione delle cadute
Otorinolaringoiatria (Sede e Presidio) — Screening dell’udito ed esame audiometrico

1 2 3 10