Una donna si tiene il fianco sinistro per un dolore

Controlli gratuiti per la prevenzione dei tumori ginecologici

 Progetto Ginecologia

Sabato 25 Marzo dalle 9,00 alle 13,00 otto controlli gratuiti di prevenzione dei tumori ginecologici

Proseguono i progetti di prevenzione oncologica che la nostra Casa di Cura promuove assieme a Fondazione ANT Italia ONLUS.

Il prossimo Sabato 25 Marzo, dalle ore 9,00 alle ore 13,00, saranno infatti messi a disposizione della cittadinanza toscana otto controlli di prevenzione dei tumori ginecologici, così come già successo nel 2016 e nello scorso Febbraio.

Dato il grande riscontro di interesse e di prenotazioni delle iniziative precedenti vi ricordiamo le modalità di prenotazione così da permettervi se interessate, a mettervi in lista il prima possibile.

Da domani mattina, 16 Marzo e fino al 23 Marzo compreso, esclusi il Sabato e la Domenica, sarà possibile chiamare la Delegazione ANT di Firenze al numero di telefono 348 3102881 dalle ore 9,00 alle ore 13,00.

locandina del Progetto Ginecologia

Vi ricordiamo inoltre che è molto importante, una volta effettuata la prenotazione, recarsi a questa pagina del Sito Web di Fondazione ANT e compilare il modulo di Registrazione Visite, senza il quale non sarà possibile effettuare la prestazione.

Vi ricordiamo ancora che, a norma di legge, in assenza del consenso dei genitori i minori non potranno essere visitati.

Condividi la prevenzione

È sempre più importante favorire la prevenzione oncologica come primo strumento per sconfiggere i tumori. Come puoi aiutare questo progetto? Semplicemente condividendo questo articolo utilizzando le icone dei vari Social Networks che troverai a fondo pagina o il Clic to Tweet che segue. Grazie.


 

dottoressa controlla un nevo sulla spalla di un paziente

Progetto Melanoma: le visite dermatologiche gratuite a Marzo

Le visite gratuite a Marzo per il Progetto Melanoma

Si rinnova anche su questo fronte la collaborazione
tra Fondazione ANT e la nostra Casa di Cura

Nel mese di Marzo saranno disponibili, per i cittadini della Toscana, nuove date per un controllo dermatologico gratuito dei nei.

Si rinnova infatti anche nel 2017 la collaborazione con Fondazione ANT per la prevenzione oncologica del melanoma, grazie alla quale saranno disponibili ben 45 visite distribuite su 3 diverse date:

  • Martedì 7 Marzo dalle 8.15 alle 12.00
  • Martedì 14 Marzo dalle 8.15 alle 12.00
  • Martedì 28 Marzo dalle 8.15 alle 12.00

Per poter accedere a queste prestazioni è necessario prenotarsi presso la Delegazione ANT di Firenze al numero 348 3102881 a partire da questa mattina, Lunedì 27 Febbraio, e fino a Lunedì 6 Marzo chiamando dalle ore ore 9.00 alle ore 13.00. Sono esclusi il Sabato e la Domenica.

Vi ricordiamo che è molto importante, dopo aver prenotato la visita, recarsi a questa pagina del Sito Web di Fondazione ANT e compilare il modulo di registrazione.

Laura Freddi sponsor del Progetto Melanoma di Fondazione ANT


una donna spaventata tiene a distanza una padella che ha preso fuoco

La sicurezza in cucina contro le ustioni – [Infografica]

Sicurezza in cucina

Piccoli consigli di prevenzione contro gli infortuni da ustione

Spesso le insidie maggiori si nascondono nei luoghi dove ci sentiamo più al sicuro.

La cucina è un luogo dove avvengono moltissimi incidenti domestici di vario tipo. Tra i più pericolosi ci sono quelli da ustione.

Per questo, con il dovuto buon senso, ci sentiamo di ripetere grazie ad una semplice infografica alcuni degli accorgimenti più semplici da attuare per evitare rischi inutili. Accorgimenti che possono sembrare ovvi, ma che proprio la familiarità del luogo di cui parliamo, potrebbe spingere a ritenere superficiali.

 

infografica con una serie di accorgimenti per prevenire incidenti domestici in cucina


Guarda anche

“Le cicatrici da ustione” – Villa Donatello in Pillole – Prof. Paolo Bonan


 

Firenze: Progetto Melanoma in collaborazione con ANT

Visite dermatologiche gratuite per il controllo dei nei

Sabato 12 e Martedì 29 Novembre dalle 8,15 alle 12,15

Si rinnova il rapporto di collaborazione tra la nostra Casa di Cura e la Fondazione ANT Italia Onlus per la prevenzione oncologica.

Oggetto di queste nuove visite gratuite a Firenze è la prevenzione contro il melanoma. Per questo sono state messe a disposizione di tutti i cittadini toscani due date: Sabato 12 e Martedì 29 Novembre, dalle 8.15 alle 12.15, si potranno effettuare infatti visite dermatologiche gratuite presso la nostra struttura in Viale Matteotti 4.

Per il Progetto MelanomaFirenze sono disponibili 30 visite, da prenotare da oggi, Giovedì 3 Novembre, fino a Giovedì 10 Novembre, telefonando presso la Delegazione ANT di Firenze al numero 348 3102881 dalle 9,00 alle 13,00 escluso il Sabato e la Domenica.

ATTENZIONE!

Dopo aver prenotato la visita è necessario andare a questo link e compilare il FORM Registrazione Visite. Si informa che, ai sensi del D. Lgs. 196/2003 e succ. modifiche, in assenza del consenso dei genitori i minori non potranno essere visitati.

Approfitta di questa occasione: È la tua vita, non lasciarla sfiorire…

laura freddi testimonial del Progetto Melanoma di Fondazione ANT ONLUS


immagine di un fiocco rosa contro il tumore alla mammella

A Maggio torna a Firenze la prevenzione oncologica gratuita

A Maggio torna la prevenzione contro i tumori a Villa Donatello

Si ripete presso la nostra Casa di Cura l’esperienza positiva degli esami gratuiti preventivi contro i tumori realizzati in collaborazione con Fondazione ANT Italia ONLUS.

È notizia di questi giorni quella legata ai risultati del Rapporto Osservasalute 2015 che segnala come, per la prima volta, l’aspettativa di vita in Italia sia in calo.

Ad aggravare la situazione c’è il dato da segnalare sull’Italia che figura nelle ultime posizioni per le spese sulla prevenzione. Per questo riteniamo ancora più cruciali le iniziative come questa organizzata in collaborazione con ANT, per dar modo ad alcuni cittadini di Firenze di usufruire gratuitamente di questi servizi e, al contempo, rilanciare con forza il tema cruciale della prevenzione.

Il Progetto Mammella prevede controlli gratuiti per la prevenzione dei tumori mammari che si svolgeranno a Villa Donatello il 12 e il 19 Maggio 2016 dalle ore 14.30 alle 18.30

La giornata di Giovedì 12 Maggio sarà dedicata a 8 visite senologiche comprese di mammografie digitali per le donne a partire dai 45 anni di età.

Nella giornata di Giovedì 19 Maggio, invece, saranno effettuate 8 visite senologiche con ecografie per le donne di età inferiore ai 45 anni.

Vi preghiamo di fare attenzione alle indicazioni che troverete nell’immagine sottostante per le modalità di prenotazione, di conferma e le eventuali richieste da fare al vostro medico di famiglia.

Laura Freddi testimonial della campagna di prevenzione contro il tumore al seno

 Il Progetto Tiroide prevede invece ecografie gratuite per la diagnosi precoce dei noduli tiroidei che si svolgeranno, sempre presso la nostra Casa di Cura a Firenze, Giovedì 12 Maggio 2016 dalle 15.20 alle 20.00

In questo caso le ecografie disponibili sono 15 e, come per il Progetto Mammella, vi chiediamo di seguire attentamente le indicazioni riportate nell’immagine per le procedure di prenotazione e conferma.

volantino di presentazione dei servizi di prevenzione gratuiti contro i tumori tiroidei

DOPO AVER EFFETTUATO LA PRENOTAZIONE È NECESSARIO ANDARE A QUESTA PAGINA DEL SITO ANT E COMPILARE IL FORM DI REGISTRAZIONE!


Per qualsiasi ulteriore informazione o domanda rimaniamo a disposizione sia nei commenti a questo articolo sia negli spazi Social dove siamo presenti. Vi aspettiamo!

alcuni kiwi sia chiusi che aperti

Vitamina K e metabolismo osseo: mito e realtà

Pubblichiamo oggi una versione adattata per il nostro blog di una importante Review dedicata al rapporto tra Vitamina K e metabolismo osseo recentemente pubblicata dalla Dr.ssa Roberta Cosso e dal Dr. Alberto Falchetti del Gruppo EndOsMet su un’importante rivista scientifica.


Vitamina K e metabolismo osseo: facciamo un po’ di chiarezza.

Cos’è e dove si trova la vitamina K?

Sotto il termine vitamina K è rappresentato un gruppo di vitamine liposolubili, strutturalmente simili, identificate meno di 100 anni fa.

Diverse forme di vitamina K sono state descritte in natura e rappresentano vitamine liposolubili uniche, con una specifica funzione di coenzima (processi di carbossilazione): K1, K2, e K3.

La vitamina K1 è presente nelle piante/verdure, in più alta quantità in verdure a foglia verde, direttamente coinvolta nella fotosintesi. Gli animali possono anche convertirla a K2.

Le molecole di vitamina K2, o menachinoni, sono prodotte a livello intestinale da sintesi batterica.

Le principali forme alimentari si trovano, per lo più, in alimenti contenenti grassi, ad esempio formaggio fermentato, che ne miglioreranno l’assorbimento e la biodisponibilità rispetto alla K1.

La maggior parte della produzione di K2 avviene nel colon


La vitamina K3, o menadione, rappresenta una molecola provitaminica ed è un analogo sintetico, non usato come integratore nutrizionale nei paesi economicamente sviluppati per la sua potenziale tossicità.

Diversi prodotti naturali/sintetici, contenenti metaboliti della vitamina K, sono disponibili in commercio e il loro uso viene anche consigliato per una non meglio specificata salute delle ossa.

È pertanto necessario e utile affrontare questo aspetto specifico del loro uso, descrivendo lo stato dell’arte alla luce degli studi di ricerca di base, traslazionale e clinici, riportati in letteratura.

Esistono chiare evidenze per un’efficacia della vitamina K sulla salute dello scheletro?

In realtà, non abbiamo alcuna certezza di una reale efficacia della vitamina K nella prevenzione delle fratture da fragilità.

Ad oggi, gli studi clinici pubblicati sono stati condotti su diverse etnie, con diverse abitudini alimentari, supplementazione di metaboliti differenti di vitamina K, dosi diverse della stessa e diversi fattori di rischio di frattura.

La vitamina K sembra essere importante per la salute dell’osso e, in effetti, bassi livelli circolanti sono stati associati ad un aumentato rischio di fratture dell’anca in studi osservazionali.

Tuttavia, i risultati degli studi clinici sono ancora inconcludenti e non è ancora certo se la sua supplementazione, come K1 o K2, diminuisca il rischio di fratture vertebrali, non vertebrali, anche a causa dei limiti metodologici per la valutazione di questi risultati.

Deve ancora essere considerato e compreso quale tipo di vitamina K (K1, K2, K3?) sia da utilizzare nella pratica clinica quotidiana, come supplemento/farmaco per una migliore salute delle ossa.

vitamina-k-e-metabolismo-osseo

Possiamo suggerire la vitamina K con indicazione certa per mantenere o migliorare la qualità ossea?

L’efficacia della vitamina K sulla qualità dell’osso e sulla prevenzione delle fratture dovrà essere confermata in futuro con grandi studi clinici randomizzati, controllati, con una potenza statistica sufficiente per rilevare differenze, tra i gruppi confrontati, reali e clinicamente significative.

Attualmente, esistono diverse limitazioni prima di prescrivere consapevolmente una dieta arricchita o supplementi di vitamina K per una migliore salute ossea e queste limitate evidenze sulla prevenzione delle fratture da fragilità, fanno sì che non sia attualmente consigliabile un uso di routine dei supplementi per prevenire osteoporosi e fratture in donne in postmenopausa e uomini.

Inoltre, non abbiamo alcuna informazione chiara relativa a quali marcatori biologici potrebbero essere più sensibili ed accurati per valutare gli effetti sullo scheletro, sia positivi che negativi, della sua assunzione.

Domande ancora aperte

Vi sono ancora domande aperte che necessitano di adeguata risposta:

  1. nonostante un effetto minimo sulla massa ossea, la vitamina K può avere un effetto protettivo sulla fratture?
  2. quali altre vie metaboliche ossee vitamina K-dipendenti, oltre a quelle note, potrebbero essere presenti nell’influenzare il rischio di frattura?
  3. l’effetto della vitamina K sulla frattura potrebbe essere mediato attraverso un ruolo sulla qualità, la geometria, o la forza dello scheletro?

Un ruolo per il microbiota?

Un equilibrio tra microbiota (insieme dei microorganismi che vivono in simbiosi nel tubo digerente dell’uomo) benefico e patogeno durante l’infanzia e l’adolescenza potrebbe essere rilevante per la salute gastrointestinale e in generale per una sintesi e mantenimento favorevole di vitamina K.

Per concludere…

Nei prossimi anni, studi umani preclinici o clinici, dovranno produrre dati basati sull’evidenza per sostenere un ruolo per la supplementazione di vitamina K nella prevenzione e cura di malattie metaboliche dell’osso, come l’osteoporosi.

Vi è anche la speranza che ulteriori studi saranno più chiari nello stabilire una relazione causale tra stress ossidativo e perdita di massa ossea in donne in postmenopausa e uomini nell’invecchiamento, attraverso la somministrazione di agenti antiossidanti protettivi, quali la molecole di vitamina K, attraverso la dieta o integrazioni.

Roberta Cosso e Alberto Falchetti

1 2