sala d'attesa di Villa Ragionieri

Giugno 2019: gli appuntamenti con le giornate di prevenzione oncologica gratuita

Gli appuntamenti con le giorate di prevenzione oncologica gratuita

Giugno 2019: tutte le date a Sesto Fiorentino e Firenze

Fondazione ANT Italia ONLUS e Villa Donatello, con il sostegno del Banco Fiorentino ripropongono anche per il mese di Giugno 2019 delle giornate di prevenzione oncologica gratuita. Questo mese i progetti e le prestazioni messe a disposizione, sono dedicate alle cittadine toscane interessate e riguardano il Progetto Mammella e il Progetto Ginecologia.

A seguire troverete tutte le date e le modalità di prenotazione.


PROGETTO GINECOLOGIA

 

locandina progetto ginecologia giugno 2019

Saranno 6 i controlli gratuiti inseriti nelle attività di Giugno 2019 dedicate al Progetto Ginecologia, messi a disposizione nella data di Sabato 8 Giugno, dalle 9.00 alle 12.00, presso la nostra sede principale in Viale Attilio Ragionieri 101 a Sesto Fiorentino.

Sarà possibile prenotarsi fino a Giovedì 6 Giugno telefonando dalle ore 9.30 alle ore 13.00 al numero 348 3102881 fino ad esaurimento dei posti disponibili.


PROGETTO MAMMELLA

locandina del progetto mammella

Le visite senologiche con ecografia del Progetto Mammella per la prevenzione del tumore al seno saranno specificamente dedicate a donne di età inferiore ai 45 anni: sono 12 le visite in programma per Mercoledì 12 Giugno, dalle ore 13.30 alle ore 19.30, presso la nostra sede principale in Via Attilio Ragionieri 101 Sesto Fiorentino.

Nel caso foste interessate, sarà possibile prenotare a partire da Martedì 4 Giugno e fino a Martedì 11 Giugno, Sabato e Domenica esclusi, chiamando dalle ore 9.30 alle ore 13.00 il numero di telefono 348 3102881 fino al completamento dei posti a disposizione.


INFORMAZIONI IMPORTANTI

  • Una volta ottenuta la prenotazione per via telefonica è comunque necessario recarsi a questa pagina del Sito della Fondazione ANT per validare l’appuntamento compilando con i propri dati l’apposito modulo digitale.
  • Per le erogazioni di prestazioni a minori è indispensabile il consenso di entrambi i genitori.
  • Per scoprire come raggiungere la nostra nuova sede con tutti i mezzi possibili vi consigliamo di fare riferimento a questa pagina del nostro Sito Web.

 

una delle facciate di Villa Ragionieri a Sesto Fiorentino

Gli appuntamenti di Maggio con la prevenzione oncologica gratuita di ANT e Villa Donatello

Fondazione ANT e Villa Donatello

Gli appuntamenti di prevenzione oncologica gratuita di Maggio 2019

Tornano nel mese di Maggio 2019 gli appuntamenti dedicati alla prevenzione gratuita realizzati presso la nostra Casa di Cura grazie alla nostra collaborazione con Fondazione ANT Italia ONLUS e con il sostegno del Banco Fiorentino.

Anche per questo mese le date a disposizione saranno dedicate al Progetto Ginecologia e al Progetto Mammella. A seguire troverete tutte le date e le modalità per prenotare le prestazioni.


PROGETTO GINECOLOGIA

locandina del progetto ginecologia di maggio 2019

Le attività di Aprile dedicate al Progetto Ginecologia, per il quale saranno disponibili 6 controlli gratuiti riservati alle cittadine di tutta la Toscana, si svolgeranno Sabato 18 Maggio, dalle 9.00 alle 12.30 presso la nostra sede principale in Viale Ragionieri 101 a Sesto Fiorentino.

Sarà possibile prenotarsi a partire da Venerdì 10 Maggio e fino a Giovedì 16 Maggio telefonando dalle ore 9.30 alle ore 13.00 al numero 348 3102881 fino ad esaurimento dei posti disponibili.


PROGETTO MAMMELLA

locandina del progetto mammella di maggio 2019

Questo mese tornano le visite senologiche con ecografia del Progetto Mammella per la prevenzione del tumore al seno saranno specificamente dedicate a donne di età inferiore ai 45 anni.

Le 12 visite in programma saranno effettuate nella data di Venerdì 24 Maggio, dalle ore 13.30 alle ore 19.00, sempre presso la nostra sede principale in Via Attilio Ragionieri 101 a Sesto Fiorentino.

Le prenotazioni si apriranno a partire da Venerdì 17 Maggio e fino a Giovedì 23 Maggio, Sabato e Domenica esclusi, sempre telefonando dalle ore 9.30 alle ore 13.00 al numero di telefono 348 3102881 fino al completamento dei posti a disposizione.


INFORMAZIONI IMPORTANTI

  • Una volta ottenuta la prenotazione per via telefonica è comunque necessario recarsi a questa pagina del Sito della Fondazione ANT per validare l’appuntamento compilando con i propri dati l’apposito modulo digitale.
  • Per le erogazioni di prestazioni a minori è indispensabile il consenso di entrambi i genitori.
  • Per scoprire come raggiungere la nostra nuova sede con tutti i mezzi possibili vi consigliamo di fare riferimento a questa pagina del nostro Sito Web.

 

una prospettiva del giardino prospiciente la Casa di Cura Villa Donatello

Prevenzione oncologica gratuita: gli appuntamenti di Aprile 2019

Prevenzione Oncologica

Tutti gli appuntamenti di Aprile 2019 e le modalità di prenotazione

In questo mese di Aprile gli appuntamenti dedicati alla prevenzione gratuita realizzati in collaborazione con Fondazione ANT Italia ONLUS e con il sostegno del Banco Fiorentino sono dedicati al Progetto Ginecologia e al Progetto Mammella. Di seguito troverete tutte le date e le modalità per prenotare le prestazioni.

PROGETTO GINECOLOGIA

locandina del progetto ginecologia di prevenzione gratuita

Le attività di Aprile dedicate al Progetto Ginecologia, per il quale saranno disponibili 6 controlli gratuiti riservati alle cittadine di tutta la Toscana, si svolgeranno Sabato 27 Aprile, dalle 9.00 alle 12.30 presso la nostra sede principale in Viale Ragionieri 101 a Sesto Fiorentino.

Sarà possibile prenotarsi a partire da Lunedì 15 Aprile e fino a Venerdì 19 Aprile telefonando al numero 348 3102881 fino ad esaurimento dei posti disponibili.


PROGETTO MAMMELLA

locandina del progetto mammella di Aprile 2019

Questo mese tornano anche le visite senologiche con ecografia dedicate al Progetto Mammella, per la prevenzione del tumore al seno.

Le 12 visite in programma saranno erogate nella data di Venerdì 19 Aprile, dalle ore 13.30 alle ore 19.30, sempre presso la nostra sede principale in Via Attilio Ragionieri 101 a Sesto Fiorentino.

Le prenotazioni si apriranno a partire da Giovedì 11 Aprile e fino a Giovedì 18 Aprile, Sabato e Domenica esclusi, sempre telefonando al numero di telefono 348 3102881 e fino al completamento dei posti a disposizione.


INFORMAZIONI IMPORTANTI

  • Una volta ottenuta la prenotazione per via telefonica è comunque necessario recarsi a questa pagina del Sito della Fondazione ANT per validare l’appuntamento compilando con i propri dati l’apposito modulo digitale.
  • Per le erogazioni di prestazioni a minori è indispensabile il consenso di entrambi i genitori.
  • Per scoprire come raggiungere la nostra nuova sede con tutti i mezzi possibili vi consigliamo di fare riferimento a questa pagina del nostro Sito Web.

 

una ragazza sta facendo ginnastica su un tappetino

Esercizio fisico e metabolismo: quando il grasso svolge un ruolo benefico

Esercizio fisico e metabolismo

Quando il grasso svolge un ruolo benefico

Un team internazionale di scienziati ha recentemente scoperto come l’esercizio fisico apporti benefici al metabolismo e alla salute nel suo complesso attraverso la sua interazione e il suo effetto sul grasso. La scoperta più sorprendente è stata quella che ha mostrato quanto il tessuto grasso svolga un ruolo attivo all’interno di questo processo.

Il gruppo di ricercatori di cui parliamo è stato lo stesso che, in un lavoro precedente, aveva dimostrato per primo che l’esercizio fisico stimola il tessuto adiposo a rilasciare molecole in grado di regolare il metabolismo.

Ora, in un nuovo articolo apparso sulla rivista Nature Metabolism, i membri dello stesso team descrivono la metodologia con la quale hanno identificato una di queste molecole e di come ne hanno studiato la sua attività.

La molecola in questione è una proteina chiamata fattore di crescita trasformante beta 2 (TGF-beta 2) e lo studio riguarda i suoi effetti sul metabolismo del glucosio e degli acidi grassi.

Utilizzando delle cavie, i ricercatori hanno dimostrato che l’esercizio fisico stimolava le cellule di grasso a rilasciare TGF-beta 2, apportando quindi miglioramenti alla tollerabilità del glucosio. Allo stesso tempo si è dimostrato che trattare un gruppo di topi sedentari con la molecola TGF-beta 2 ha permesso di invertire gli effetti metabolici dannosi dell’alimentazione ad alto contenuto di grassi in quei soggetti.

La scoperta che una singola proteina abbia effetti così importanti è stata piuttosto impressionante – ammette l’autrice a capo del team di studio Laurie J. Goodyear, professoressa di Medicina presso la Harvard Medical School di Boston.

L’adipochina in grado di migliorare la tolleranza al glucosio

La TGF-beta 2 è un adipochina, fa parte cioè di un grande gruppo di molecole proteiche di segnalazione tra cellula e cellula secrete dal tessuto adiposo. Questa tipologia di molecole aiuta a regolare una varietà di processi metabolici nel tessuto grasso ma anche nel cervello, nel fegato e in altri organi, svolgendo anche un ruolo importante nel sistema immunitario.

Il TGF-beta 2 però è diverso dalla maggior parte delle adipochine rilasciate dalle cellule grasse che tendono ad aumentare con l’obesità e possono danneggiare la salute e il metabolismo. La prof.ssa Goodyear spiega infatti che, a differenza degli effetti negativi di molte delle altre molecole dello stesso gruppo, questa nuova ricerca ha identificato e riconosciuto la TGF-beta 2 come adipochina che ha la proprietà di migliorare la tolleranza al glucosio quando viene rilasciata dalle cellule adipose a seguito dell’esercizio fisico.

Il team di ricercatori ha approfondito lo studio del comportamento delle adipochine negli uomini e nei topi maschi prima e dopo l’esercizio, registrando come i livelli di TGF-beta 2 fossero aumentati dopo l’esercizio fisico. Ulteriori approfondimenti hanno rivelato come l’esercizio fisico abbia causato un aumento dei livelli di TGF-beta 2 non solo nel tessuto adiposo ma anche nel sangue, sia sull’uomo che sulla cavia.

Nel corso di questi ulteriori approfondimenti si è infine appreso come il trattamento dei topi con TGF-beta 2 abbia attivato direttamente alcuni cambiamenti metabolici, tra i quali si sono notati rilevanti aumenti dei livelli di assorbimento degli acidi grassi e una migliore tolleranza al glucosio.

In una fase successiva dello studio i ricercatori hanno somministrato TGF-beta 2 a topi divenuti obesi in seguito ad una dieta ricca di grassi, osservando che la proteina aveva un effetto simile a quello prodotto dall’esercizio fisico: è riuscita cioè a invertire gli effetti negativi che una dieta ricca di grassi infligge al metabolismo.

Come i risultati di questa ricerca incidano sul futuro delle cure per il diabete e gli alti livelli di glicemia

Un passaggio molto interessante è stato quando si è inoculato la molecola TGF-beta 2 su cavie che avevano sviluppato diabete di tipo 2 in seguito ad un regime alimentare ricco di grassi. Anche in questo caso l’effetto è stato simile a quello provocato dall’esercizio fisico: un’inversione dell’impatto metabolico negativo della dieta.

Questo probabilmente è il primo studio in grado di dimostrare che una molecola prodotta dall’esercizio fisico può favorire il metabolismo.

Durante il processo attraverso il quale il TGF-beta 2 viene prodotto un ruolo molto importante viene svolto dall’acido lattico rilasciato dai muscoli durante l’esercizio fisico. L’acido lattico, dopo la sua produzione, viaggia nel tessuto grasso stimolando le cellule adipose a secernere TGF-beta 2.

I ricercatori ritengono che i risultati potrebbero portare a terapie che utilizzano TGF-beta 2 per il trattamento degli alti livelli di glicemia e del diabete di tipo 2. Come sempre accade in questo caso, tuttavia, la strada della Scienza è ancora lunga prima che tali trattamenti possano essere disponibili.

La Professoressa Goodyear conclude dicendo che

questa ricerca rivoluziona davvero il modo in cui pensiamo all’esercizio fisico e ai molti effetti che ha sul nostro metabolismo ma, soprattutto, di come il grasso stia effettivamente giocando un ruolo importante nel modo in cui i processi in atto nel nostro organismo durante l’esercizio fisico armonizzino il sistema metabolico.

Questo nuovo studio non fa che ribadire l’importanza che l’esercizio fisico ha per la nostra salute e, più in generale, di quanto sia fondamentale adottare uno stile di vita che tenga conto delle nostre effettive necessità alimentari, di sonno, di gestione dello stress. Di questo si occupa un team di professionisti riuniti nel nostro programma Vivermeglio: un percorso su misura, personalizzato in base al tuo stato di salute, alla tua età e alle tue esigenze particolari, in grado di offrirti una costante supervisione medica che garantisca la qualità e la correttezza scientifica del progetto. Per avere ulteriori informazioni puoi visitare il portale dedicato cliccando l’immagine sottostante.


 

Prevenzione oncologica: a Marzo due appuntamenti dedicati ai controlli ginecologici gratuiti

Prevenzione Oncologica

A Marzo due appuntamenti dedicati ai controlli ginecologici gratuiti

A Villa Donatello tornano a Marzo gli appuntamenti dedicati alla prevenzione gratuita realizzati in collaborazione con Fondazione ANT Italia ONLUS e con il sostegno del Banco Fiorentino, come già anticipammo in questo articolo che riportava i contenuti della Conferenza Stampa di presentazione del progetto.

PROGETTO GINECOLOGIA

locandina del Progetto Ginecologia di Marzo 2019

Le attività di Marzo saranno dedicate al Progetto Ginecologia, per il quale saranno disponibili 12 controlli gratuiti riservati alle cittadine di tutta la Toscana.

Le date dedicate ai controlli gratuiti per la prevenzione dei tumori ginecologici sono Sabato 9 e Sabato 30 Marzo, dalle 9.00 alle 12.30 presso la nostra sede principale in Viale Ragionieri 101 a Sesto Fiorentino.

Sarà possibile prenotarsi a partire da Venerdì 1 Marzo e fino a Giovedì 7 Marzo, Sabato e Domenica eslcusi, telefonando al numero 348 3102881 fino ad esaurimento dei posti disponibili.


INFORMAZIONI IMPORTANTI

  • Una volta ottenuta la prenotazione per via telefonica è comunque necessario recarsi a questa pagina del Sito della Fondazione ANT per validare l’appuntamento compilando con i propri dati l’apposito modulo digitale.
  • Per le erogazioni di prestazioni a minori è indispensabile il consenso di entrambi i genitori.
  • Per scoprire come raggiungere la nostra nuova sede con tutti i mezzi possibili vi consigliamo di fare riferimento a questa pagina del nostro Sito Web.

 

un ragazzo con folta barba bacia una ragazza sulla guancia

Il trattamento del tumore al testicolo non porta necessariamente all’infertilità

Tumore al testicolo

Il trattamento chemioterapico post-operatorio non porta necessariamente all’infertilità

I giovani ai quali è stato diagnosticato il tumore al testicolo spesso sono sopraffatti dall’idea che il trattamento della malattia possa mettere a rischio la loro capacità di diventare padri. I dati di una nuova ricerca dovrebbero però essere in grado di rassicurarli: durante la sperimentazione il numero di spermatozoi misurato in uomini che avevano ricevuto un solo ciclo di chemioterapia o radioterapia dopo l’intervento chirurgico del carcinoma testicolare allo stadio precoce, ha subito un calo nel breve termine, per poi salire di nuovo ad una conta normale.

Quello che la scienza già conosceva è che diversi cicli di chemioterapia, o alte dosi di radioterapia somministrate a uomini con carcinoma testicolare più avanzato, possono ridurre il conteggio e la concentrazione degli spermatozoi, ma non era chiaro se un singolo ciclo di chemioterapia o radioterapia avrebbe avuto lo stesso effetto.

Per scoprirlo, un gruppo di ricercatori ha esaminato 182 soggetti di età compresa tra i 18 ei 50 anni che hanno subito un intervento chirurgico per il cancro del testicolo di stadio 1. L’intervento è stato seguito da un ciclo di chemioterapia, un corso di radioterapia o nessun ulteriore trattamento.

A questo punto è stato chiesto ai soggetti della ricerca pubblicata lo scorso 24 Febbraio su Annals of Oncology, di fornire campioni di sperma sei mesi, un anno, due anni, tre anni e cinque anni dopo l’intervento.

Non abbiamo riscontrato alcun effetto dannoso a lungo termine clinicamente significativo né nel numero totale di spermatozoi né nella loro concentrazione, indipendentemente dal tipo di trattamento postoperatorio ricevuto – ha dichiarato Kristina Weibring, oncologa presso l’ospedale universitario Karolinska di Stoccolma e ricercatrice a capo dello studio.

Tra i pazienti che hanno ricevuto la radioterapia c’è stata una netta diminuzione del numero medio di spermatozoi e della concentrazione sei mesi dopo il trattamento, non in quelli che hanno invece affrontato un ciclo di chemioterapia – ha proseguito la Weibring – Tuttavia il numero di spermatozoi e la loro concentrazione sono tornati normali anche nel primo gruppo già dopo sei mesi dalle cure post-operatorie.

La dottoressa Weibring ha ricordato l’importanza del ciclo di chemioterapia postoperatoria, visto che si è dimostrato in grado di allontanare sostanzialmente il rischio di recidiva, riducendo così il numero di pazienti che devono essere trattati invece con diversi cicli di chemioterapia.

Il tumore al testicolo è la forma di cancro più comune nei giovani maschi di età compresa tra i 15 ei 40 anni. Tutti i pazienti in questa condizione vengono sottoposti a intervento chirurgico per rimuovere il testicolo colpito dalla malattia: una procedura chiamata orchiectomia.

I pazienti con tumore al testicolo sono spesso giovani uomini che vogliono generare figli. Abbiamo riscontrato in molti casi che i pazienti temono il potenziale rischio di infertilità causato dal trattamento chemioterapico. Noi speriamo che questi risultati forniscano loro una solida base per essere rassicurati e per affrontare la terapia nella maniera più proattiva possibile – aggiunge la dottoressa Weibring.

Mentre i risultati sono promettenti, rimangono necessari ulteriori studi di approfondimento.

Raccomandiamo sempre ai nostri pazienti di rivolgersi comunque ad una banca per la conservazione del seme prima dell’orchiectomia, in quanto un certo numero di uomini può avere una bassa conta spermatica già al momento della diagnosi che persiste anche dopo il trattamento postoperatorio – conclude la Weibring.

La scoperta che un ciclo di chemioterapia ha un impatto minimo sul numero di spermatozoi offre speranza a migliaia di pazienti in tutto il mondo, ma dobbiamo comunque tenere a mente che questi dati sono preliminari e richiederanno la validazione definitiva della Scienza prima di poterli accettare come un dato di fatto.


 

1 2 3 16